27 febbraio 2017 | 12:24

Intesa Sanpaolo in passerella per la Milano Fashion Week con dieci giovani talenti italiani grazie alla Camera della moda. Barrese: le loro emozioni sono il nostro patrimonio, insieme vogliamo rilanciare il Paese

Intesa Sanpaolo in passerella per la Milano Fashion Week con l’evento Next Trend e dieci giovani promesse della moda italiana. Si è tenuta ieri, presso lo storico Palazzo delle Colonne di via Verdi 8, la sfilata Next Trend, realizzata in collaborazione con il Cav. Mario Boselli, presidente onorario della Camera Nazionale della Moda Italiana.

Stefano Barrese e Mario Boselli sul palco con i giovani stilisti

Primo Gruppo bancario italiano ad entrare nel calendario delle sfilate, Intesa Sanpaolo, prosegue con Next Trend le iniziative a supporto dei fattori di successo dell’economia e della cultura italiana. “La moda è uno dei settori trainanti per Milano e per il Paese e quindi per Intesa Sanpaolo, che è il motore di crescita dell’economia reale dell’Italia”, commenta Stefano Barrese, responsabile Divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo. “La nostra Banca riconosce anche il talento emergente italiano come elemento chiave per il rilancio dell’imprenditorialità del Paese e vuole contribuire al suo riconoscimento e sviluppo”.

La filosofia della condivisione (concentto declinato dalla banca in quello di ‘sharingemotions’ e #sharingfuture) è il principio che ha ispirato i più recenti progetti culturali e commerciali di Intesa Sanpaolo: condividere esperienze, emozioni e storie capaci di generare nuove prospettive, un patrimonio comune di idee, nuovi scenari. Ed è proprio nell’ambito di sharingemotions che si inserisce la scelta innovativa per una banca di partecipare alla Milano Fashion Week.

“Abbiamo scelto, con la sfilata in banca, un nuovo modo di affiancare dieci promettenti imprenditori”, prosegue Barrese, “perché condividiamo con essi valori ed emozioni che appartengono anche al patrimonio di Intesa Sanpaolo”.

Stefano Barrese e Mario Boselli

“I giovani stilisti con le loro energie creative sono la linfa vitale del sistema moda italiano, indispensabili per dare continuità al lavoro dei padri fondatori del made in Italy”, aggiunge Mario Boselli, presidente onorario della Camera Nazionale della Moda Italiana. “È quindi importante l’iniziativa di Intesa Sanpaolo a favore di brand di qualità, adeguatamente selezionati”. Secondo Boselli, “il fatto poi che questo evento si svolga all’interno di una importante filiale della Banca testimonia, con una immagine coerente, l’attenzione della finanza virtuosa al servizio dell’impresa”.

La silata si è svolta nello storico salone dove campeggia lo ‘Zodiaco’, il grande orologio centrale in rame sbalzato e dorato eseguito nel 1941 dal maestro Giacomo Manzù, autore anche delle lesene in porfido nel sottoportico e degli altorilievi all’ingresso del palazzo.

Ecco chi sono i dieci stilisti che domenica hanno sfilato sulla passerella Intesa Sanpaolo:

1 – Gilberto Calzolari: nato e cresciuto a Milano, vive l’esempio del padre commerciante di tessuti e dal 2015 propone con il proprio marchio abiti demi couture freschi, romantici e glamour.

2 – Ultràchic: progetto nato nel 2007 dal creativo Diego Dossola, fortemente connotato da contenuti artistici e irriverenti; presente in oltre 150 top shop a livello nazionale e internazionale, da giugno 2015 ha aperto il primo flagship store a Milano.

3 – HANITA PUSH: progetto nato nel 2007 dal direttore creativo Angela Testa, esperienza ultraventennale nell’atelier di Valentino a Roma e numerosi viaggi di ricerca all’estero fra Europa, Stati Uniti e Sud Est asiatico.

4 – Giulia Marani: figlia dello stilista Angelo Marani, nel 2014 disegna la propria collezione ispirata alle donne che evitano la banalità, curiose e aperte alla sperimentazione. Ricerca e creazione sono la sua filosofia.

5 – In Detail: brand indipendente italiano ispirato a una femminilità consapevole, fondato dalla 33enne bresciana Lucia Sandrini. Propone collezioni basate sul Made in Italy, con una produzione affidata interamente a un laboratorio bergamasco.

6 – Duyan: marchio creato nel 2005 dalla coreana Doo Jeoung, che nel 1986 arriva a Milano e collabora per 10 anni con Versace. Un brand rivolto a una donna sofisticata e sensibile ai dettagli. Collabora con i produttori più affidabili e qualificati del Nord Italia.

7 – MILA ZB: il brand prende nome dalla creatrice Mila Zegna Baruffa, nata e cresciuta a Biella dove ha mosso i primi passi nell’azienda di famiglia. Il fil rouge delle sue collezioni è la passione per la natura e per i viaggi.

8 – Up!Loveit: progetto della designer Stefania Ferrario per far indossare capi senza tempo, carichi di personalità e sensibilità per il colore e la ricerca di materiali preziosi. Un brand totalmente Made In Italy.

9 – ALESSIO ZINATO: progetto nato nel 2012 da Alessio Zinato, uno shoes designer che ha collaborato con i brand più noti.

10 – ES’ GIVIEN: progetto nato 10 anni fa da Gaia, Nives e Vivilla, tre sorelle di Verona di cui il marchio riporta le iniziali ed è ispirato al concetto di Es freudiano. Una linea di indumenti e accessori certificati “Hand Made in Italy”.