28 febbraio 2017 | 10:36

Più di 10,6 milioni di spettatori e una share di poco inferiore al 41% per il ritorno in tv del ‘Commissario Montalbano’. Una storia di eccellenze italiane, dice la direttrice di Rai Fiction, Andreatta

Il Commissario Montalbano torna in tv e registra risultati record. Il nuovo episodio della serie – con Luca Zingaretti nei panni del commissario siciliano – dal titolo ‘Un covo di vipere’, in onda in prima tv ieri su Rai1, è stato infatti seguito da 10 milioni 674 mila spettatori con il 40.8%.

Il film, con Valentina Lodovini e Alessandro Haber guest star e una tematica forte come l’incesto, è il terzo episodio più visto di sempre, mentre per la percentuale d’ascolto è il secondo (meglio di ‘Un covo di vipere’ aveva fatto ‘Piramide di fango’ il 7 marzo 2016 con il 40.9%).

L’attore Luca Zingaretti e lo scrittore Andrea Camilleri (foto Olycom)

“Uno straordinario successo” ha twittato Andrea Fabiano, direttore di Rai1, commentando i risultati del tv movie, che tornerà lunedì 6 marzo, con una nuova puntata dal titolo ‘Come voleva la prassi’.

“Non è solo il Montalbano dei record (mai nessun esordio aveva ottenuto un ascolto così alto), ma è soprattutto una storia di eccellenze italiane: dai romanzi di Andrea Camilleri al talento di Luca Zingaretti e tutti gli altri interpreti, anche quelli minori, dagli sceneggiatori alla regia di Alberto Sironi, dalla fotografia alle musiche, alla produzione Rai e Palomar di Carlo Degli Esposti. Una squadra di persone che lavora insieme da anni, e che sa parlare al cuore del pubblico”. Così Eleonora Andreatta, direttrice di Rai Fiction, ha commenta i risultati del programma.

Tinni Andreatta (foto Olycom)

Tinni Andreatta (foto Olycom)

“Il Commissario Montalbano è la fiction 2017 più vista d’Europa, prima ancora di sbarcare all’estero, come hanno fatto con successo gli episodi precedenti”, ha rimarcato, parlando di “una grande offerta gratuita, per tutti, apprezzata in tutte le regioni d’Italia, dal 42% di share del Piemonte al 49% del Lazio, allo straordinario 56% di share della Sicilia, da tutte le fasce di pubblico, dai più giovani ai laureati (55%), comprese le famiglie abbonate anche alla pay-tv (con lo stesso share del 40%)”.

“Il Commissario Montalbano è un poliziesco classico, con una matrice letteraria che riesce a far trovare l’umanità delle persone anche in mezzo alle vicende più dure, mescolando la grande commedia alle riflessioni più profonde sulle relazioni umane”, ha aggiunto poi Andreatta, definendo la serie “una conferma che la Rai è in grado di puntare in grande, e di coinvolgere i migliori talenti della scrittura, del cinema e della tv, in eventi di qualità e di prestigio per l’intero audiovisivo nazionale”.

“Di questo va ringraziato anche il direttore generale Antonio Campo Dall’Orto per l’impulso che ha dato alla fiction Rai in questo anno e mezzo”.