03 marzo 2017 | 13:24

Spotify taglia il traguardo dei 50 milioni di abbonati. E in tanto testa un servizio per trasmettere musica in alta qualità

Spotify ha raggiunto il traguardo dei 50 milioni di abbonati. Ad annunciarlo la compagnia via Twitter, con un post in cui ringrazia gli utenti, con tanto di hashtag dedicato. Il dato segna una crescita del 25% in sei mesi: nel settembre scorso, infatti, la società svedese che offre il servizio di musica in streaming aveva reso noto di aver toccato i 40 milioni di utenti paganti. L’incremento marca la distanza tra Spotify, lanciato nel 2008, e Apple Music, il servizio analogo proposto da Cupertino a partire dall’estate 2015, che ha raggiunto i 20 milioni di abbonati nel dicembre scorso, mentre gli 11 milioni di utenti paganti erano stati annunciati nel febbraio 2016.

 

Per attrarre clienti e soprattutto per aumentare le entrate, Spotify nei giorni scorsi ha iniziato a testare su un limitato numero di utenti un servizio, chiamato Spotify Hi-Fi, che offre musica con una qualità audio superiore a un prezzo di 5-10 dollari al mese in aggiunta all’abbonamento mensile da 10 dollari.

La novità si ispira in qualche modo a un altro servizio streming come Tidal che fa dell’alta fedeltà il suo cavallo di battaglia. Di proprietà del rapper Jay Z e sostenuto da una buona parte di musicisti che ritengono tuteli meglio i loro diritti, nell’ottobre scorso ha annunciato di aver tagliato il traguardo di 1,1 milioni di abbonati.