06 marzo 2017 | 8:50

Cracco lascia Masterchef per dedicarsi alla sua attività di chef e imprenditore (il nuovo ristorante in Galleria a Milano), ma resta nella squadra di Sky: farò ancora Hell’s Kitchen e magari anche altro

Cristina, Gloria e Valerio: chi vincerà la finale della sesta stagione di MasterChef Italia? L’interrogativo appassiona – la soluzione giovedì 9 marzo alle 21.15 su Sky Uno HD – ma non è l’unico dalle parti del cooking show più famoso. Carlo Cracco, il fascinoso cuoco di Vicenza è diventato la chef-star per eccellenza, scalando classifiche in libreria (Se vuoi fare il figo usa lo scalogno, uno dei titoli best seller), copertine di riviste e ola al passaggio per le strade italiane grazie a quel programma tv (oltre ovviamente ai piatti e all’estro comunicativo), condotto sin dalla prima edizione nel 2011, annuncia il ritiro, in un’intervista a Repubblica.

Cracco assediato dai giornalisti

Cracco assediato dai giornalisti

“Sì è vero, purtroppo non potrò far parte della giuria nella prossima stagione di MasterChef – dice Cracco all’ANSA . E’ una decisione che ho maturato nelle ultime settimane e mi dispiace molto, soprattutto perché lascio almeno temporaneamente una squadra straordinaria, molto affiatata, e un programma che mi ha regalato tante soddisfazioni e anche tante emozioni. Credo che, insieme a Joe, Bruno e Antonino – Bastianich, Barbieri, Cannavacciuolo ndr – in questi anni siamo stati capaci di trasmettere a un pubblico sempre più numeroso e affezionato la passione e la cultura per il cibo e la cucina, oltre all’impegno che un mestiere come il nostro richiede, ogni giorno”. Ma attenzione: l’addio è un arrivederci. Nessun ritiro dalla tv, semmai una pausa per altri impegni. Chef Cracco precisa: ”continuerò a far parte della squadra di Sky, con le prossime edizioni di Hell’s Kitchen e chissà magari con altri progetti”.

Tra Masterchef e Hell’s Kitchen c’è di mezzo il nuovo ristorante, che dovrebbe aprire in autunno, più di 1000 metri quadrati nella prestigiosa location della Galleria a Milano, dove Cracco trasferirà il ristorante due stelle Michelin. (Ansa)