06 marzo 2017 | 9:14

Boom di Fratelli di Crozza sul Nove (Discovery) e di Italia’s Got Talent su Tv8 (Sky): le ‘piccole’ tivù crescono in fretta

La frammentazione del pubblico televisivo è un fenomeno in atto da anni: la platea sembra scegliere prima personaggi e programmi e poi la rete che a sua volta ha una brand identity, come si usa dire in gergo, rafforzata proprio da quei programmi e personaggi. Due case history, entrambi ieri sera, sembrano rafforzare il concetto: Maurizio Crozza al debutto sul canale Nove e Italia’s Got Talent su Tv8. Tutti e due hanno procurato record d’ascolto alle rispettive emittenti che hanno raggiunto i due milioni di spettatori, frammentando una volta di più gli ascolti televisivi.

Le ‘piccole tv’ si fanno notare ma attenzione: piccole è un eufemismo, Tv8 appartiene a Sky Italia e Nove a Discovery e il successo è anche dovuto alla grande sinergia all’interno dei rispettivi gruppi.

Per la prima puntata di Fratelli di Crozza, il nuovo show di Maurizio Crozza – che ha lasciato La7 dove il suo appuntamento Crozza nel paese delle meraviglie era tra i programmi più seguiti – hanno cambiato canale puntando su Nove 1.471.000 telespettatori e il 5,5% di share, miglior ascolto di sempre. La scelta di Discovery di ‘investire’ su Crozza trasmettendo in simulcast anche sugli altri canali del gruppo Real Time, Dmax, Focus e Giallo è stata dal punto di vista dell’audience vincente: Fratelli di Crozza ha raggiunto 2.100.000 telespettatori totali con una share del 7,7% e durante la messa in onda è stato il 4/o programma nazionale (dopo Rai1, Canale5 e Italia1) e il miglior risultato di sempre su un canale Discovery Italia. Considerando la repeat su Nove, il programma ha raggiunto 2.800.000 telespettatori. Commenta Alessandro Araimo, General Manager Discovery Italia, “questo è un risultato straordinario che conferma la bontà della scelta di aver investito su un grandissimo talento, Maurizio Crozza. Ed è un importante traguardo per le scelte editoriali che stiamo facendo su NOVE”.

Discorso analogo per Italia’s Got Talent. Il programma ha un parterre di super giudici con la giovane star sanremese Lodovica Comello e poi Luciana Littizzetto, Frank Matano, Nina Zilli e Claudio Bisio. Il format inglese di Simon Cowell (che ricorda a noi italiani la vecchia cara Corrida) ha avuto dal 2010 al 2013 grande successo su Canale 5, fin quando Mediaset l’ha tolto dal palinsesto per gli elevati costi dei diritti. Lo show – andato per la prima stagione in esclusiva pay su Sky Uno e dalla seconda , quella dell’anno scorso, in simulcast su TV8 e Sky Uno – ha raggiunto i 2 milioni di spettatori ieri alla seconda puntata, segno di una affezione degna di X Factor. Sono stati complessivamente 2 milioni 087 mila gli spettatori che hanno seguito ieri la puntata sulla tv al tasto 8 del telecomando e Sky Uno HD con una share complessiva del 7,4%. Solo su TV8 si è registrata una crescita di quasi il 30% rispetto alla prima puntata con oltre 1 milione e 372mila spettatori e una share del 5,3%. Crescita anche su Sky Uno HD che con 714 mila spettatori segna un +20,4% con una share del 2,1%.