07 marzo 2017 | 10:39

Oltre 11 milioni di spettatori e una share del 44% per ‘Il Commissario Montalbano’. Il direttore di Rai1, Fabiano: è record di sempre

Dopo l’ottimo esordio della scorsa settimana, ‘Il Commissario Montalbano’ torna con un nuovo episodio superandosi. La puntata dal titolo ‘Come voleva la prassi’, trasmessa ieri sera su Rai1, è stato visto da 11 milioni 268 mila telespettatori, con una share del 44.1%.

Nella foto, Sonia Bergamasco e Luca Zingaretti (foto Olycom)

“Record di sempre!” ha twittato il direttore di Rai1, Andrea Fabiano, cinguettando i dati di ascolto della serie con protagonista Luca Zingaretti nei panni del personaggio di Andrea Camilleri, il miglior risultato di una fiction negli ultimi 15 anni.

 

In una nota diffusa da Viale Mazzini si sottolinea che Montalbano “è stato seguito con ascolti record da un pubblico trasversale in tutte le regioni d’Italia, dal Piemonte con il 49% di share, alla sua Sicilia, dove lo share ha toccato il 55%. Ancora più alto lo share tra il pubblico laureato, con il 56%”. La fiction è stato anche il programma più commentato sui social della giornata di ieri (fonte Nielsen Italy). Nella classifica delle serie tv trasmesse da settembre 2016 a ieri, è l’unico titolo che con soli due episodi si posiziona nella Top 10 delle serie più commentate.

“Lo straordinario risultato del Commissario Montalbano ci rende soddisfatti e orgogliosi” ha commentato il dg della Rai Antonio Campo Dall’Orto. “Rai dimostra ancora una volta di saper emozionare gli italiani con un’offerta che mescola tradizione e innovazione e che rappresenta un’eccellenza che supera i confini nazionali”, ha detto

“Intorno al Commissario Montalbano il pubblico si è riunito ancora una volta, aggiungendo sempre nuovi spettatori alla già vastissima platea” ha invece dicharato Eleonora Andreatta, direttrice di Rai Fiction: “Le storie di Andrea Camilleri sono coinvolgenti e complesse, invitano alla riflessione e trasmettono un profondo senso di umanità e di giustizia. Ma ogni volta è una nuova sfida, e mi congratulo davvero con gli autori, con Alberto Sironi, con Luca Zingaretti e il resto del cast, con la produzione Palomar, per essere riusciti insieme a alla Rai a confermare e anzi accrescere un fenomeno editoriale che ha dimensioni internazionali”.