09 marzo 2017 | 11:01

C’è la nuvola nel futuro di Google. Il ceo Pichai: da 15 anni investiamo, ora raccogliamo i frutti. Secondo il presidente di Alphabet è partita la corsa degli stati nazione ai big data

La nuvola è la “direzione verso la quale procede la rivoluzione digitale” e a Mountain View non intendono lasciarsela scappare. Lo ha confermato Diane Greene, SVP for Cloud di Google intervenendo in occasione del Google Next a San Francisco insieme ai vertici dell’azienda.

Sundar Pichai

Sundar Pichai, ceo di Google (Foto: Olycom)

“Abbiamo investito 30 milioni di dollari su Google Cloud”, ha dichiarato Eric Schmidt, presidente di Alphabet, cui Google fa capo dal 2015. Schmidt è peraltro convinto che big data, nuvola e intelligenza artificiale, sono “così potenti” che gli “stati nazione combatteranno” per avere a disposizioni queste soluzioni.

“Da 15 anni investiamo pesantemente in intelligenza artificiale e machine learning”, ha ricordato Pichai, “ora possiamo contare su questo genere di soluzioni tecnologiche per costruire prodotti migliori”. E ancora, sul Google Cloud: “una scommessa vinta, per me è la naturale estensione della nostra missione di rendere più accessibili e facili le informazioni”.