10 marzo 2017 | 8:36

Valerio vince la finale di MasterChef “più vista di sempre”. Share del 6,34% con un picco del 9,88% alla proclamazione. Hartmann: l’anno prossimo giuria a tre o forse con un quarto o una quarta giudice (VIDEO)

Dopo una finalissima all’ultimo scontro, disputata per la prima volta a 3, il diciannovenne Valerio si aggiudica il titolo di 6° vincitore di MasterChef. Per la prima volta nella storia del talent show di Sky, tutti e 3 i finalisti, Gloria, Cristina e Valerio, hanno avuto la possibilità di mettersi alla prova nella sfida più importante, presentando un menù elaborato interamente da loro.E i tre piatti presentati da Valerio – con la spuma di plancton, i ravioli con salsa udon gelificata, e il black cod (merluzzo nero) in olio cottura – hanno convinto Carlo Cracco, Bruno Barbieri, Joe Bastianich e Antonino Cannavacciuolo.

Valerio Braschi

Valerio Braschi

Vista da un milione e 638mila spettatori medi, con uno share del 6,34% (picco del 9,88% per la proclamazione) e una permanenza dell’84%, la finale di ieri ha chiuso un’edizione da record, che da Sky deiniscono “la più vista di sempre”. “A parte gli eventi sportivi, questo è stato il programma più visto nella nostra storia”, ha detto Nils Hartmann, direttore delle produzioni originali Sky, presentando oggi a Milano il vincitore, prossimo al diploma alberghiero da privatista, già chiamato per stage da Igles Corelli e Bruno Barbieri, che di lui ha apprezzato soprattutto la capacità di buttarsi, riuscendo a compensare qualche lacuna sulla storia della cucina italiana con idee e intuizioni innovative. Numeri “senza eguali nella storia del programma anche negli altri paesi”, ha chiosato Hartmann.

Oltre a Barbieri, erano presenti anche Bastianich e Cannavacciuolo. Assente Carlo Cracco, che ha annunciato nei giorni scorsi l’addio a MasterChef. “Stiamo valutando tutte le opzioni per la prossima edizione: da quella di lasciare solo tre giudici al quella di aggiungere un quarto o una quarta giudice”, ha detto Hartmann, confermando comunque la permanenza del cuoco vicentino in ‘Hell’s Kitchen’.

Nessuna preferenza particolare per gli altri giudici, con Barbieri che parlando dell’eventuale presenza di una donna ha detto: “Si può fare, in Italia e fuori ci sono grandi professioniste”, ricordando la sua esperienza in Masterchef Junior dove tra i giudici figurava anche Lidia Bastianich. ”Spero che venga un grande professionista che mi possa insegnare qualcosa e che dia qualcosa in più al programma”, ha detto invece Cannavacciulo, mentre Joe Bastianich ha scherzato: “chiederò a Gordon se magari può liberarsi!”, citando il collega di MasterChef Usa, Ramsay.

Valerio Braschi ha 19 anni ed è uno studente di Santarcangelo di Romagna. Da studente ha sempre sognato di diventare tra gli chef migliori al mondo mosso da una grande energia e tanta determinazione. La passione per la cucina gli è stata trasmessa dalla sua famiglia sin da piccolo. Coltiva i sapori che conosce e sperimenta quelli che non conosce. Il tempo che non trascorre ai fornelli lo dedica alle sue passioni: basket, calcetto e sci. Ha partecipato a MasterChef, il talent show di Sky prodotto da Endemol Shine Italy, perché spera di entrare nel grande mondo della ristorazione e lavorare con Bruno Barbieri. Valerio pubblicherà con Baldini&Castoldi il libro intitolato Mistery boy. La mia idea di cucina in 100 ricette, in tutte le librerie dal 20 marzo.

I numeri della sesta edizione:
La serata finale di ieri sera è stata seguita su Sky Uno HD da 1 milione 683 mila spettatori medi, con una permanenza dell’84% e una share media del 6,34%, la miglior serata di tutte le edizioni del programma in onda su Sky (dati Auditel). In particolare, la prima parte della serata (episodio 23) è stata vista da 1 milione 760 mila spettatori, facendo registrare – sottolinea Sky in una nota – il miglior ascolto assoluto per una puntata di MasterChef Italia e di ogni contenuto trasmesso su Sky Uno, con una share media del 6,1% e una permanenza dell’82%. La seconda parte (episodio 24) è stata invece seguita da 1 milione 606 mila spettatori medi, con una permanenza dell’87% e una share del 7% e un picco del 9,88% alle 23.31, nel momento dell’incoronazione del vincitore (dati Auditel).

Nel corso di tutta l’edizione il talent show ha interessato ogni giovedì sera una media di 1 milione 460 mila spettatori (+21% rispetto allo scorso anno), totalizzando grazie alla possibilità di fruizione in differita 2 milioni 455 mila spettatori medi ad episodio nei sette giorni (+9% rispetto allo scorso anno). La permanenza media è stata dell’84%, mentre la share media è stata su Sky Uno del 5,1%. L’episodio più visto nei 7 giorni è stato quello della prova in esterna a Matera (episodio 6) che ha ottenuto un ascolto cumulato di oltre 2 milioni 740 mila spettatori medi, risultando essere il più visto per MasterChef Italia (dati Auditel).

Ottimi numeri anche sui social network, dove MasterChef Italia è stato uno dei programmi tv più commentati, con oltre 1 milione 100 mila interazioni su Facebook e Twitter, sempre presente nelle Nielsen Social Weekly Top5 (fonte Nielsen Social). Il digital del programma, curato da YAM112003, società del gruppo Endemol Shine, raccoglie oltre 1 milione e 600 mila fan che seguono MasterChef sui social.
Con la puntata finale è stato il programma televisivo più commentato della giornata su Twitter in Italia e la finale è stata la puntata più commentata della intera stagione coinvolgendo oltre 48.000 utenti su Twitter (Fonte Nielsen Social).
Su Instagram le interazioni relative al programma sono state oltre 156mila (fonte Social Studio) quasi il doppio della scorsa puntata (Fonte Social Studio).
L’hashtag #MasterchefIt con 35.300 citazioni è stato l’hasthag relativo a contenuti televisivi più utilizzato nella giornata di ieri (Fonte Nielsen Social) e anche questa settimana è arrivato alla prima posizione “organica” a pochi minuti dall’inizio del programma televisivo (e rimanendo nella top 10 fino a questa mattina) ed in quarta posizione nella classifica dei Trending Topic mondiali.

Buoni i numeri anche per il sito web ufficiale, che nel corso dell’intera edizione ha generato 1,2 milioni di videoviews, 1,7 milioni di utenti unici e 6 milioni di pagine viste.