10 marzo 2017 | 17:57

Le cucine di MasterChef si aprono ai vip. Parte giovedì 16 marzo su Sky Uno lo spin-off del cooking show con protagonisti 12 celebrità. A giudicarli il trio Bastianich-Barbieri-Cannavacciulo (VIDEO)

Archiviata con la vittoria del giovane Valerio Braschi la sesta edizione, non si spengono i fuochi dei fornelli della cucina di MasterChef. Per la prima volta nella storia italiana del programma arriva infatti il suo spin-off con protagonisti non sconosciuti cuochi amatoriali, ma celebrità appassionate di cucina. Tra sportivi giornalisti e personaggi della tv, sono in tutto 12 i concorrenti che da giovedì 16 marzo su Sky Uno, per 4 serate, si metteranno alla prova sottoponendosi ai giudizi di Bruno Barbieri, Joe Bastianich e Antonino Cannavacciuolo. In palio un montepremi da 100mila euro che verrà poi devoluto in beneficenza, ad una associazione scelta dal vincitore.

Nella foto: Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciulo, Joe Bastianich

 ”Abbiamo cercato personaggi popolari che sapessero cucinare”, ha spiegato Paolo Bassetti, ad di Endemol Shine Italy, che produce il programma. “Questa è una caratteristica fondamentale rispetto ad altri programmi con i vip: deve esserci un rapporto speciale con la cucina”. “Non fatevi ingannare”, ha detto invece Nils Hartmann, direttore delle produzioni originali Sky, spiegando che la selezione è avvenuta sempre attraverso provini fatti con gli autori del programma “Questa è una gara a tutti gli effetti. Ci siamo dati come missione di torchiare questi personaggi”, ha scherzato.

Tra mystery box, Invention Test, Pressure e prove in esterna, nelle loro valutazioni anche i tre giudici non promettono nessuno sconto. “Essendo americano non conoscevo nessuno dei vip, a parte la Cucinotta” ha detto Joe Bastianich, “li abbiamo giudicati come concorrenti qualsiasi”. “Osservare i vip cucinare è come un film”, ha raccontato invece Barbieri. “Vedere Maria Grazia Cucinotta o Elena Di Cioccio fare anche cose forti come pulire un’anguilla è qualcosa che la gente non si aspetta”. “Sono usciti non i vip, ma le persone”, ha detto Cannavacciulo: “hanno creato alcuni piatti che potrebbero tranquillamente stare in un ristorante stellato”.

Ecco i 12 protagonisti del programma:
ALEX BRITTI, chitarrista e cantautore
Ha imparato a cucinare dai genitori. Ha coltivato l’amore per la cucina sia per necessità che per passione. Ama la carne e il pesce ma, ultimamente, predilige quest’ultimo. Non ama particolarmente i dolci, ne conosce solo le tecniche base. Ha una straordinaria conoscenza degli ingredienti e del loro utilizzo. Organizzato, ordinato, pulito e inventivo.

ANTONIO CAPITANI, astrologo
La passione per la cucina l’ha ereditata dal padre. Sa comunicare molto bene le ricette e conosce alcuni trucchi del mestiere. Si rilassa nel preparare i piatti, soprattutto per gli amici. Pulito, ordinato ma ogni tanto manca di velocità nell’esecuzione.

ELENA DI CIOCCIO, attrice e conduttrice
Ama i piatti tradizionali “come li cucinerebbe la nonna”, da cui ha imparato a fare i tortellini. Si muove con dimestichezza, assaggia e annusa ogni preparazione. Ha una buona manualità ma vorrebbe migliorare nell’impiattamento. Sta sperimentando il vegetariano e sta approfondendo la cucina fusion-asiatica. Canta mentre cucina.

ENRICA GUIDI, attrice
È da sempre stata tra i fornelli, perché i genitori avevano un locale. Definisce la sua cucina “semplice ma creativa”. Non predilige né carne né i dolci, ma ama guarnire e impiattare. Molto competitiva, in passato ha aperto una paninoteca-gourmet con sei soci.

FILIPPO MAGNINI, nuotatore
Da buon sportivo, ama la cucina semplice, con piatti unici ed equilibrati. Il suo “guru alimentare” è Marco Bianchi. Mangia di tutto, ma non ama i dolci. E neanche le verdure, ma le consuma per “obblighi” alimentari sportivi. Pur non avendo grandi doti tecniche in cucina, è molto curioso e competitivo.

MARA MAIONCHI, discografica
La cucina di Mara è classica ma evoluta. Ha seguito qualche corso e ha una solida esperienza da “mamma italiana”. Anche tra i fornelli è dirompente, energetica e sprigiona tutto il suo essere emiliana. È molto allergica ai funghi.

MARIA GRAZIA CUCINOTTA, attrice e produttrice
Ha imparato a cucinare dalla mamma, anche lei siciliana, di cui teme molto il giudizio. Si definisce una “viziata culinaria”. Non assaggia mai nulla, si fida del suo olfatto. È ambasciatrice per il World Food Project dell’Unicef.

MARISA PASSERA, speaker radiofonica
La cucina è da sempre la sua passione, conosce tutte le preparazioni base e i tagli di carne. Insieme alla sorella Gigi ha il blog di cucina “Sorelle Passera”. Cucina ogni giorno, predilige il salato, in modo particolare il pesce, e non ama molto i dolci. Simpatica e spigliata, in cucina si definisce molto disordinata.

NESLI, cantautore
Da ragazzo preparava la cena per i genitori per dimostrare loro di potersi rendere utile: da questo “senso di colpa” nasce la sua passione. Considera la cucina la sua “arma di seduzione”. Molto ordinato, non assaggia ma annusa.

ROBERTA CAPUA, presentatrice
Ama cucinare e sperimentare. Ha perfezionato la tecnica seguendo alcuni corsi e cura molto l’impiattamento e la presentazione in tavola. Anche se ne è golosa, non ama fare i dolci. Competitiva, ma in squadra sa stare in gruppo.

SERRA YILMAZ, attrice
Nata a Istanbul, ha una conoscenza approfondita della cucina turca ma anche di ricette italiane e francesi. Da sempre affascinata dalla gastronomia, ha molti progetti culinari alle spalle e si dice capace di riconoscere tutti i tagli e i tipi di carne e pesce. Ha una sola paura: non conoscere i nomi in italiano.

STEFANO MELOCCARO, giornalista
Ha imparato a cucinare dalla madre e dalla nonna. Sa fare la pasta in casa, conosce i pesci e sa sfilettare. Ama la cucina vegan e salutista. Curioso e aperto a sperimentare nuove cucine. In casa cucina lui al posto della moglie.