13 marzo 2017 | 13:20

Trasloco per i giornalisti di Repubblica. Entro maggio il trasferimento della redazione in via Lugaro, nella sede torinese di La Stampa

Entro la fine di maggio i giornalisti di Repubblica saranno trasferiti fisicamente in Via Lugaro, nella sede del quotidiano La Stampa, dove lavoreranno da quel momento in poi. Il trasferimento riguarda l’intera redazione, cioè 21 giornalisti (collaboratori compresi) e 5 persone di segreteria. In questi giorni sono in corso i sopralluoghi per allestire il piano che dovrebbe ospitarli.

Un passaggio atteso, ma non ancora annunciato, che arriverà poco dopo la pronuncia dell’Antitrust che, nei giorni scorsi, ha autorizzato con condizioni l’acquisizione da parte di Gruppo Editoriale L’Espresso di Italiana Editrice. In particolare, l’Autorità ha imposto alla società acquirente la cessione a un soggetto terzo ed indipendente della raccolta pubblicitaria locale sulle pagine locali delle edizioni di Genova e Torino del quotidiano La Repubblica.

La sede di ‘La Stampa’

Con il trasferimento dei giornalisti, un atto fortemente simbolico che potrebbe non essere completamente indolore per i lettori , sembra quindi compiuta l’operazione di una delle fusioni editoriali più imponenti nella storia del paese, compiutasi per altro nel silenzio pressoché totale della classe politica e degli osservatori economici. Alla piena operatività manca ora soltanto la fusione dei poligrafici, cioè delle tipografie dove i due quotidiani saranno stampati.

Ma la fusione ormai appare cosa digerita. In una città che si divide tra chi compra La Stampa e chi non la compra (e, magari , compra Repubblica), la differenza potrebbe farla davvero il Corriere, se sbarcherà- come si dice- a ottobre. Offrendo un’alternativa a chi dovesse cercarla, rispetto all’informazione mainstream di ‘Stampubblica’.