13 marzo 2017 | 19:10

GroupM presenta MATHilde, algoritmo autoapprendente per ottimizzare le campagne di performance marketing. Una soluzione di machine learning da applicare subito al search e presto anche a video e social

Con MATHilde GroupM entra nel mondo del machine learning partendo dalle ricerche. Presentato questa mattina a Milano il nuovo strumento 100% made in Italy per automatizzare l’ottimizzazione delle campagne di search contribuendo a massimizzare il risultato atteso dagli investitori riducendo al tempo stesso i costi.

Presenti, in un meeting con la stampa di settore, Massimo Beduschi, Ceo e Chairman di GroupM e Chief Operating Officer di Wpp Italia, Fides Tosoni, Chief Digital Transformation Officer di GroupM e Nicola Ciaramella, Founder e Ceo di Four Colour Theorem, che per GroupM ha ideato MATHilde, che tra un mese farà il suo debutto anche negli Usa.

Fides Tosoni

MATHilde, è stato spiegato, è un algoritmo autoapprendente, ovvero uno strumento in grado di programmarsi da solo insegnando a sè stesso a partire dall’esperienza, in questo caso di navigazione e ricerche. Una soluzione che dopo il mondo search, GroupM ha in programma di applicare anche ai video, al digital planning e al mondo social.

Per provare a quantificare l’impatto di MATHilde sulle campagne adv, sono stati portati ad esempio due casi. Il primo una campagna automotive che ha visto raddoppiare in un mese il numero di test drive prenotati e diminuire del 50% il costo per acquisizione, a fronte di un 10% di investimento complessivo in meno nel periodo.

Il secondo una realtà ecommerce che ha visto in un mese triplicare le transazioni riducendo l’investimento complessivo del 15%.

MATHilde, sostiene GroupM, è in grado ad oggi di generare risparmi in media del 34% nel cost per click (cpc) e del 42% nel cost per sale (cps), oltreché +12 p.ti% nell’impression share.