16 marzo 2017 | 13:56

Noi siamo creditori, non saremo azionisti del ‘Sole 24 Ore’, dice il ceo di Intesa SanPaolo, Messina. Il giornale ha un prestigio importante, sarebbe un peccato disperderlo

“Noi siamo creditori. Per me il Sole 24 Ore è un azienda che ha un prestigio importante, che sarebbe un peccato disperdere”. A dirlo il ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, rispondendo ad una domanda sulla vicenda del giornale di Confindustria. “È un giornale di grande qualità, che ha un riconoscimento anche internazionale”. “Il ruolo per quanto ci riguarda è di creditori di maggioranza”, ha detto, “ma non così significativa rispetto ad altri creditori”. “Bisogna fare di tutto perché questo giornale possa continuare a operare nel miglior modo possibile nell’interesse del Paese”.

Carlo Messina, ad di Intesa Sanpaolo (foto Olycom)

“Non è obiettivo di Intesa diventare azionista del giornale”, ha ribadito ancora, ribadendo L’assoluto disinteresse della banca a un’eventuale emissione di bond convertibili da parte del Sole 24 Ore. ”Bisogna vedere il Piano industriale e quale è il modo per recuperare il nostro credito o perdere il meno possibile. Scopo principale della banca non è avere equity in operatori diversi dal settore bancario”.