17 marzo 2017 | 16:31

Urbano Cairo fa tornare Rcs all’utile (3,5 milioni di euro) dopo anni di rosso. E anche i primi due mesi del 2017 fanno segnare un miglioramento di oltre 10 milioni di euro. Bene anche la raccolta pubblicitaria, +1,7% (TABELLA)

Ritorno all’utile per Rcs MediaGroup. Si è riunito oggi sotto la presidenza di Urbano Cairo il Consiglio di amministrazione di Rcs MediaGroup che ha esaminato e approvato i risultati al 31 dicembre 2016.

Urbano Cairo (foto Primaonline.it)

Risultato netto positivo pari a 3,5 milioni di euro contro il passivo di 175,7 milioni al 31 dicembre 2015. Indebitamento in calo, come evidenzia la tabella, e raccolta pubblicitaria in crescita dell’1,7% sul 2015.

Pienamente raggiunti gli obiettivi per il 2016, spiega una nota, in particolare:

- Ebitda in crescita di oltre 73 milioni di Euro rispetto al 2015;
- Ebitda ante oneri non ricorrenti in crescita di oltre 28 milioni rispetto al 2015;
- efficienze per oltre 71 milioni;
- ritorno al risultato netto positivo;
- net cash flow (escluse acquisizioni e dismissioni) a circa 42 milioni;
- indebitamento in significativo miglioramento.

In Spagna continua la crescita della raccolta pubblicitaria lorda che segna un incremento del 2,9%, prosegue la nota, nonostante il mercato delle diffusioni risenta della fase di trasformazione che caratterizza ormai da anni il settore editoriale.

Il gruppo Rcs prevede, inoltre, di realizzare nel 2017 una crescita dell’utile netto e del flusso di cassa netto, mentre per il margine operativo lordo l’obiettivo è di salire a 140 milioni di euro, contro gli 89 milioni del 2016. Il gruppo vede inoltre i ricavi scendere del 2%.

Nei primi due mesi dell’anno il Mol, spiega la nota, ha già evidenziato un miglioramento di oltre 10 milioni di euro sullo stesso periodo del 2016, e anche per marzo si stimano risultati in crescita.

Leggi o scarica il comunicato completo di Rcs con le tabelle riassuntive (.docx)