L’interesse di Vivendi e investitori cinesi per il ‘Sole’ una voce di stampa, dice il presidente di Confindustria, Boccia. Sull’aumento capitale per ora nessuna decisione: ancora da definire il fabbisogno

“Siamo in una fase iniziale, sono tutte notizie che emergono solo dalla stampa”. Così il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, a margine di un convegno a viale dell’Astronomia, ha risposto a chi gli chiedeva delle indiscrezioni di stampa circa un interesse da parte di Vivendi e di non meglio precisati investitori cinesi per l’aumento di capitale del Sole 24 Ore.

“Non sappiamo ancora nemmeno quanto è il fabbisogno di aumento di capitale, pensate se possiamo immaginare quale è l’articolazione”, ha precisato. “Il piano industriale è stato presentato lunedì, adesso andiamo avanti; domani sarà presentato dal presidente Fossa al Consiglio generale di Confindustria”, ha spiegato, “seguiremo i tempi nel rispetto del ruolo di azionisti del Sole 24 Ore e del board e nei prossimi giorni prenderemo le decisioni”.

Vincenzo Boccia (foto Olycom)

Alla domanda se è vero che lui stesso abbia risposto no alle avances del gruppo dei media francese e agli interessi cinesi, il numero uno degli industriali ha replicato che “non siamo proprio entrati nel merito di nulla: non sappiamo nemmeno il quantum, figuriamoci se cominciamo a parlare del cosa”.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Maurizio Carlotti lascia Atresmedia. Dopo quarant’anni di lavoro nel mondo audiovisivo ha deciso di godersi la vita

Maurizio Carlotti lascia Atresmedia. Dopo quarant’anni di lavoro nel mondo audiovisivo ha deciso di godersi la vita

La potente manager cinese Jie Sun (Ctrip) firma accordi con Aeroporti di Roma, Trenitalia e Musei Ferrari

La potente manager cinese Jie Sun (Ctrip) firma accordi con Aeroporti di Roma, Trenitalia e Musei Ferrari

Stati Generali Editoria, Crimi: obiettivo riforma strutturale importante e necessaria per un comparto cruciale

Stati Generali Editoria, Crimi: obiettivo riforma strutturale importante e necessaria per un comparto cruciale