New media

23 marzo 2017 | 17:11

Strateghi del marketing e analisti del traffico dati tra i profili più ricercati dalle aziende di servizi professionali. Il 34% ne avrà bisogno nei prossimi due anni (INFOGRAFICHE)

Un’azienda su tre nell’ambito dei servizi professionali ritiene di dover avere bisogno di nuove professionalità nei prossimi due anni: marketing e analisti del traffico online i profili più richiesti. Ma anche esperti di big data, comunicatori e disegnatori, come evidenzia l’infografica:

Un dato che è emerso nell’ambito della ‘Prima conferenza nazionale sulle professioni del futuro’, organizzata da InTribe con la collaborazione di Asseprim, la Federazione nazionale dei servizi professionali per le imprese di Confcommercio Imprese per l’Italia e il patrocinio di Human Age Institute (Manpower Group), Campus Orienta, Ferpi, Adico e con il sostegno di Ibt Centre e Value Maker.

Si è discusso, spiega una nota, del lavoro nell’Italia di oggi, ma anche di quello dell’Italia di domani, grazie alle analisi dei BigData e i macro-trend analizzati da InTribe attraverso il monitoraggio di decine di migliaia di conversazioni online, migliaia di immagini e video, infografiche e documenti. Un grande lavoro di analisi e ricerca “predittiva” che ha portato a realizzare la prima indagine completa sulle prospettive del lavoro, dei lavoratori e delle imprese.

“Le professioni del digitale si sono sviluppate dapprima nelle aziende che erogano servizi (ad esempio di marketing e comunicazione)”, ha puntualizzato Umberto Bellini, Presidente Asseprim, ”ed ora stanno diventando la norma in quasi tutti i settori. Ora sappiamo chiaramente che la ripresa è possibile e sarà più repentina di quanto molti si aspettano, ma serve una riqualificazione di diverse figure professionali”.