23 marzo 2017 | 16:26

Al via lunedì prossimo il nuovo ciclo di Report, dopo vent’anni senza Milena Gabanelli, che assicura: questo programma non cambierà. E sul nuovo incarico per rilanciare il digitale: Rai praticamente non ha un portale di notizie online, bisogna farlo funzionare

“Sono felice come quando vai al matrimonio del figlio e pensi di averlo sistemato”. Così Milena Gabanelli alla presentazione del nuovo ciclo di Report al via dal 27 marzo alle 21.30 su Rai3. Sarà il primo, dopo 20 anni, senza la storica conduttrice, che ora si occuperà del rilancio del digitale Rai. “Questo programma non cambierà – ha detto il nuovo conduttore Sigfrido Ranucci -. Abbiamo cambiato la scenografia, ma i contenuti sono stati e saranno sempre la sua forza”.

Milena Gabanelli (foto Olycom)

Milena Gabanelli (foto Olycom)

“Questa giornata simbolica ha due caratteristiche: rinnovamento e continuità – ha detto il dg Rai Antonio Campo Dall’Orto -. Da un lato Milena sta portando avanti il progetto di sviluppo di informazione digitale in Rai, dall’altro il passaggio di consegne a Sigfrido Ranucci rafforza il significato di squadra”.

“Report rimane un marchio fortissimo”, ha ricordato la direttrice di Rai3 Daria Bignardi, pur sottolineando che “non fa piacere avere contro su Rai1 le repliche di Montalbano che fanno il 30%”.

“La Rai praticamente non ha un portale di notizie online, ora bisogna farlo funzionare”, ha detto invece Milena Gabanelli a margine della presentazione. “Il servizio pubblico è molto in ritardo nei confronti di quella parte degli utenti che si informano online, ma può contare per il suo rilancio su una forza di 1500 giornalisti”.