Twitter verso una versione premium a pagamento tipo TweetDeck

Twitter in cerca di ricavi pensa ad una versione premium a pagamento. Secondo l’Ansa, che cita un articolo comparso su The Verge, a 11 anni dal suo lancio, Twitter potrebbe introdurre una versione a pagamento per alcuni utenti attraverso il suo servizio TweetDeck, applicazione di proprietà ma destinata a media, aziende, pubblicità e altri utenti che hanno necessità di monitorare e organizzare il flusso ininterrotto dell’informazione, al momento gratis.

Jack Dorsey, ceo di Twitter (foto Olycom)

Jack Dorsey, ceo di Twitter (foto Olycom)

La notizia, riportata dal sito The Verge, si è diffusa dopo che sulla piattaforma sono apparse le immagini di un test sull’opzione premium che Twitter starebbe effettuando con alcuni utenti. “Stiamo portando avanti questo sondaggio per valutare l’interesse per una versione più avanzata di TweetDeck e per renderlo ancora più prezioso per i professionisti”, ha spiegato la società.

Twitter dal 2007 non è mai riuscito a chiudere un bilancio in utile. Nell’ultima trimestrale i ricavi sono saliti di appena l’1% e gli utenti sono cresciuti di due milioni, ora sono a quota 319 milioni. Solo per fare un esempio, Facebook viaggia sui due miliardi di utenti attivi mensilmente. Pochi mesi fa, infine, è sfumata la trattativa con Salesforce, la società californiana di cloud computing. Nessun pretendente si è più fatto avanti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Usigrai denucia: tutto fermo per un “mortificante totonomine”, serve scatto di orgoglio di ad e CdA

Fisi, presentati a Milano i tre Mondiali di Fassa 2019, Anterselva 2020 e Cortina 2021. Roda rilancia: portiamo le Olimpiadi in Italia

NOVITA’: La classifica internazionale dei brand automobilistici più attivi sui social e dei post più condivisi a settembre