Il Consiglio di Stato respinge il ricorso Telecom sulla gara Consip per la banda larga alla pubblica amministrazione. Confermato affidamento a Fastweb, Bt Italia e Vodafone

Il Consiglio di Stato ha confermato la sentenza del Tar del Lazio che respingeva nel merito il ricorso di Telecom Italia contro l’aggiudicazione definitiva da parte della Consip del contratto quadro Spc connettività dal valore massimo di 2,4 miliardi di euro, che garantisce connettività in larga banda e altri servizi ai 100mila “punti rete” della P.a. E’ quanto si legge in una nota della Consip, che sottolinea come in questo modo si chiuda “definitivamente il contenzioso sulla legittimità del bando di gara e degli esiti di questa gara strategica, che consentirà l’erogazione a tutte le P.A dei servizi di trasporto dati, di sicurezza, di comunicazione e di supporto professionale”. Resta quindi confermato l’affidamento ai fornitori Fastweb (subentrato a Tiscali Italia per cessione del relativo ramo d’azienda), BT Italia e Vodafone Italia. Ad oggi sono in corso le operazioni di collaudo dei servizi da parte di Consip e di Agid.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

A maggio il debutto del canale tv in streaming della Formula 1

Don Matteo chiude col botto, cala The Voice ma batte Emigratis, fa flop Canale 5. Gruber doppia Brindisi

Bilancio 2017 in rosso di 100 milioni per l’Inpgi. Macelloni: numeri da emergenza