L’ex frontman dei Sex Pistols Johnny Rotten: così il governo cinese ha approvato i testi delle mie canzoni

Come fa un musicista a portare le propie canzoni in Cina? Lo ha spiegato John Lydon, alias Johnny Rotten, lo storico frontman dei Sex Pistols, ai microfoni di Good Morning Britain (minuto 3:20), presentando il suo ultimo libro: bisogna prima produrre tutti i testi per iscritto e attendere che siano approvate dall’esecutivo. “Il governo mi ha chiesto di farlo per ciascun testo che io abbia mai scritto e li ha approvati tutti”, ha confidato Lydon; un fatto che, peraltro, “mi ha destato un certo grado di sospetto”, ha concluso scherzando il punk più famoso di sempre.

Nell’intervista Rotten parla anche, non senza ricorrere all’ironia e al sarcasmo che sempre l’hanno contraddistinto, della Brexit (“la classe operaria ha parlato e io sono uno di loro”) e di Donald Trump (“terrorizza i politici e ciò è per me motivo di grande gioia”).

Clicca qui per vedere il video dell’intervista

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Video correlati

Il Papa sceglie Ruffini come prefetto del Dicastero per la Comunicazione

Cinque cose da sapere su Wimbledon

A Wimbledon non c’è solo l’erba dei campi. Ecco cosa celano i giardini