Investimenti pubblicitari in radio in calo del 3,3% nel mese di febbraio. I dati Fcp-Assoradio

L’Osservatorio Fcp-Assoradio (Fcp-Federazione Concessionarie Pubblicità) ha raccolto i dati relativi al fatturato pubblicitario del mese di febbraio 2017. I dati evidenziano una diminuzione del fatturato pubblicitario della pubblicità nazionale radiofonica pari al -3,3% nel mese di febbraio 2017 rispetto al corrispettivo 2016. Tale dato corrisponde ad un fatturato totale di € 24.825.000,00.

Fausto Amorese (foto Massimiliano Stucchi)

Il commento del presidente Fcp-Assoradio, Fausto Amorese:

“Dopo un mese di gennaio 2017 con segno positivo a +3,9%, il mese di febbraio segna un rallentamento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente con un -3,3%, portando così il progressivo radio di febbraio vicino alla parità: -0,3%. Considerando che nel 2016 l’incremento sull’anno precedente era stato del +6,0%, è legittimo considerare questa leggera flessione come fisiologica.

La visibilità sul medio periodo risulta ancora limitata e per il mercato in generale sarà importante l’evolversi del contesto macro economico. Un segnale di preoccupazione emerso nel corso dell’Assemblea Fcp-Assoradio da parte di tutte le Associate, viene invece da logiche di mercato che agendo solo sulla leva prezzo rischiano di alterare la validità dei mezzi di comunicazione”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La pubblicità in radio cresce dello 0,3% a dicembre (+15,4% sul 2015). Da inizio anno il progressivo è +5,4% rispetto al 2016. I dati Fcp-Assoradio

I nuovi dati Ter di ascolto della radio, anno 2017. Crescono tutte le big tranne Radio Rai. Sinisi (Ter): Doxa dimostrerà che la radio vince la sfida con Internet come mezzo più penetrante

Bene gli investimenti pubblicitari a novembre: +2,9% (+1,1% senza search e social). Nielsen: radio super (+9%), bene la tv (+2,7%). Stampa sempre in discesa, quotidiani -1,5%, magazine -3,8% – TABELLE