29 marzo 2017 | 14:34

Analisi ascolti tv 29 marzo: Floris punta su Travaglio e stacca Berlinguer, che parte male con Brunetta ma rimonta nel finale. Il calcio ammoscia la Gruber, l’Isola spegne Vespa

Grande calcio e reality funzionano ancora. Quella del 28 marzo è stata una serata tv in cui hanno ampiamente dominato le generaliste. Su Rai1 l’amichevole ‘Olanda-Italia’ ha ottenuto 6,4 milioni e il 23,78% e su Canale 5 ‘L’Isola dei famosi’ è cresciuta ancora, salendo a 4,253 milioni e il 22% e confermando come sia stato decisivo per la trasmissione condotta da Alessia Marcuzzi trasferirsi dal lunedì sera al martedì.

Hanno fatto relativamente bene, considerate le medie di rete, anche i film: su Rai2 ‘Quel mostro di suocera’ ha conseguito ben 2,5 milioni di spettatori e il 9,3%, su Italia 1 ‘Il cavaliere oscuro-Il ritorno’ ha totalizzato 1,496 milioni di spettatori con il 6,93% e su Rete4 ‘Io, loro e Lara’ ha raccolto 1,171 milioni di spettatori e il 4,87%.

Con il calcio a dettare legge dalle 20.45 alle 22.40 più dura è stata la vita per le trasmissioni d’informazione. In preserale si è azzerato il vantaggio di Lilli Gruber e ‘Otto e mezzo’ (1,135 milioni e 4,31%) ha per una volta perso la sfida con Maurizio Belpietro e ‘Dalla vostra parte’ (1,156 milioni e 4,44%). In prima serata nel confronto tra ‘DiMartedì’ e ‘#Cartabianca’ si poteva considerare già un successo il mantenimento delle posizioni. E’ finita che la partita dei talk l’ha vinta ancora una volta Giovanni Floris, stabile rispetto a sette giorni prima, davanti a una Bianca Berlinguer in leggera flessione. Su La7 ‘DiMartedì’ ha ottenuto 1,051 milioni di spettatori e il 4,63%, su Rai3 #Cartabianca ha portato a casa 925mila e 3,96% (nel periodo in sovrapposizione ‘DiMartedì’ a 1,070 milioni e 4,61% e ‘#Cartabianca a 929mila e 4%’).

Due momenti delle trasmissioni ‘diMartedì’ e ‘#cartabianca’

Che formazioni schieravano in campo i due team? Con che moduli tattici e che schemi si sono affrontati? Floris, che è supportato stabilmente da Nando Pagnoncelli per i sondaggi, è partito con un’intervista a Marco Travaglio, ha mischiato le carte con il trendissimo Lino Guanciale, ha insistito sulla politica con Michele Emiliano, Maurizio Belpietro, Mario Giordano, Roberto Fico, Matteo Salvini, Cesare Damiano, Yanis Varoufakis, Aldo Cazzullo, Francesco Specchia, Valeria Ciarambino e Maurizio Costanzo (guest star virtuale); ha come sempre ha dato spazio alla parte ‘bio’ e salute prima di mezzanotte.

Dall’altra parte della barricata, la Berlinguer, che usa Antonio Noto per i sondaggi, ha di nuovo proposto la ricetta con meno ospiti, interviste più lunghe, la parte finale dedicata ai personaggi dello spettacolo e la chiusura con Enrico Bertolino. ‘Cartabianca’ è però partito male con Renato Brunetta, ampiamente distanziato da Travaglio, e non ha recuperato più di tanto proponendo Luigi De Magistris, il dibattito tra Ferruccio De Bortoli e Luigi Di Maio. Ha pagato un po’ di più l’ingresso in scena di Pif e Barbara Serra, ma la vera svolta c’è stata quando, al fischio finale della partita su Rai1, tra chi faceva zapping è prevalsa la scelta conservativa su Rai3, dove Berlinguer ha chiuso con Claudio Amendola e Luca Argentero.

In nottata, con ‘L’Isola dei famosi’ vicina al 40% di share c’era poca trippa per gatti: ‘Porta a Porta’ si è fermato al 7,5% circa (1,1 milioni e 6,3% in apertura e poi 813mila e 8,1%), ‘Già mercoledì’ (il proseguimento di diMartedì, in onda tra le 24.12 e le 24.55) ha cooptato su La7 323mila spettatori con il 3,37%; Tg3 Linea Notte ha avuto 425mila spettatori con il 4,43% di share.