L’Agcom avvia un’indagine conoscitiva sul 5G. In consultazione anche l’utilizzo di nuove porzioni di spettro sopra i 6ghz. Nicita: sondiamo l’interesse del mercato

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha approvato l’avvio di una indagine conoscitiva sulle prospettive di sviluppo dei sistemi wireless e mobili di quinta generazione (5G) nonché l’utilizzo di nuove porzioni di spettro al di sopra dei 6 Ghz. Il Consiglio di Agcom ha approvato con una delibera un dettagliato documento di analisi e il relativo questionario che verrà sottoposto al mercato e a tutti i soggetti interessati allo sviluppo delle reti 5G per raccogliere informazioni e valutazioni sulle specifiche tematiche dell’indagine.

Obiettivo della ricerca, spiega il commissario Antonio Nicita, è anche “sondare l’interesse del mercato per le varie bande di frequenze candidate e i possibili piani di sviluppo degli operatori in relazione alle nuove tecnologie e architetture di rete (small cell, network densification, backhauling, massive MIMO), nonché le implicazioni relative alle modalità di assegnazione dello spettro (licensing, coverage, sharing)”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Sciopero alla Reuters contro altri 4 tagli. Il Cdr: l’azienda dia una risposta costruttiva sulla gestione degli esuberi

21 febbraio Vince Suor Angela, crolla Scotti, bene l’Inter su Sky e Tv8. Per Freccero doppio flop

Rai, Foa: serve cambiamento o andrà verso l’estinzione. Salini: sia motore per creare nuovi talenti