30 marzo 2017 | 17:02

L’Agcom avvia un’indagine conoscitiva sul 5G. In consultazione anche l’utilizzo di nuove porzioni di spettro sopra i 6ghz. Nicita: sondiamo l’interesse del mercato

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha approvato l’avvio di una indagine conoscitiva sulle prospettive di sviluppo dei sistemi wireless e mobili di quinta generazione (5G) nonché l’utilizzo di nuove porzioni di spettro al di sopra dei 6 Ghz. Il Consiglio di Agcom ha approvato con una delibera un dettagliato documento di analisi e il relativo questionario che verrà sottoposto al mercato e a tutti i soggetti interessati allo sviluppo delle reti 5G per raccogliere informazioni e valutazioni sulle specifiche tematiche dell’indagine.

Obiettivo della ricerca, spiega il commissario Antonio Nicita, è anche “sondare l’interesse del mercato per le varie bande di frequenze candidate e i possibili piani di sviluppo degli operatori in relazione alle nuove tecnologie e architetture di rete (small cell, network densification, backhauling, massive MIMO), nonché le implicazioni relative alle modalità di assegnazione dello spettro (licensing, coverage, sharing)”.