31 marzo 2017 | 18:38

Condè Nast: Luca Dini lascia la direzione di ‘Vanity Fair’ per diventare direttore editoriale di tutti i brand del gruppo. Al suo posto alla guida del femminile Daniela Hamaui

Due importanti novità editoriali  in Condè Nast. Luca Dini lascia dopo 11 anni la guida di ‘Vanity Fair’ per diventare direttore editoriale di tutti i brand del gruppo editoriale. Al suo posto, arriva alla guida del settimanale  Daniela Hamaui. 

Nel nuovo incarico, effettivo a partire dal prossimo primo maggio, Dini avrà la responsabilità di coordinare – accanto al presidente e ad Giampaolo Grandi e al direttore generale Fedele Usai – la strategia editoriale, promuovere la qualità dei contenuti e sviluppare nuovi progetti.

Luca Dini

Daniela Hamaui da maggio diventerà editor-in-chief del femminile. Dopo aver lavorato in in Rcs e Mondadori, nel 1996 arriva al Gruppo Espresso, dove nello stesso anno fonda ‘D. La repubblica’, settimanale femminile che dirige fino al 2002, quando viene scelta – prima donna – per la direzione dell’Espresso. Tornata a ‘D. La Repubblica’ nel settembre 2012, ne rimane alla guida fino a novembre 2015.

“Il futuro delle media companies dipende dalla qualità dei contenuti che producono, qualità che è più che mai in grado di fare la differenza sia sulla carta che nelle proposizioni digitali. Perché audience e clienti sempre più consapevoli dimostrano ogni giorno di sapere e volere scegliere fra le tante offerte che affollano i mercati della comunicazione”, scrivono Usai e Grandi nella nota del gruppo che annuncia le nomine.

“Per questo motivo è sempre più cruciale trovare un equilibrio virtuoso tra costi e ricavi in modo da poter investire, in continuità, sulla qualità dei nostri prodotti e delle nostre proposizioni. Siamo consapevoli che solo con investimenti coerenti e selettivi saremo in grado di assicurare ai nostri top brands le risorse necessarie a garantirne la leadership presente e, soprattutto, futura”.

Daniela Hamaui (foto Olycom)