04 aprile 2017 | 15:54

Da ottobre online l’European Data Journalism Network, piattaforma per il data journalism dedicato all’Ue, fondata da una dozzina di media del Vecchio Continente

A partire dal prossimo ottobre, una dozzina di organizzazioni media europee daranno ufficialmente il via a una nuova iniziativa editoriale, cominciando a pubblicare e condividere, attraverso l’European Data Driven Journalism Netwoork, notizie data-driven sull’Unione Europea. Finanziata dalla Commissione Europea, EDJNet è stato creato da un consorzio di mezzi d’informazione europei guidato da Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa e VoxEurop, sito no profit indipendente che traduce e condivide news su tematiche legate all’Ue. “L’obiettivo della rete è di fornire dei contenuti accurati e rigorosi e assistenza ai mezzi d’informazione europei e al di là dell’Europa, e di fornire agli utenti degli strumenti editoriali per capire meglio l’Europa”, spiega il direttore di VoxEurop Gian Paolo Accardo, presentando l’iniziativa.

I contenuti prodotti saranno disponibili su un sito web multilingue e sui siti dei membri del network. Alla redazione di Edjnet anche il compito di sviluppare inchieste, infografiche video e brevi rassegne stampa, avviando cooproduzioni o content-sharing con altre testate europee, e fornire strumenti automatizzati per aiutare le redazioni a coprire maggiormente le questioni europee.

Oltre ai due partner già citati, ecco di seguito l’elenco delle organizzazioni coinvolte nell’iniziativa: Alternatives économiques (Francia), Spiegel Online (Germania), EUObserver (Belgio); le agenzie specializzate nel data journalism Journalism  (Francia), Local Focus (Paesi Bassi) e Journalism Robotics (Svezia). Altre otto testate – due specializzate nel data journalism (BIQdata presso Gazeta Wyborcza in Polonia e Pod črto in Slovenia) e sei altre più generaliste (Askanews e Internazionale in Italia, NRC Handelsblad nei Paesi Bassi, El Confidential in Spagna, H-Alter in Croazia e Ouest-France in Francia).