05 aprile 2017 | 18:09

Cairo è da sempre interessato alla radio, dice Volanti di Radio Italia: non credo che in questo momento ci siano editori disposti a vendere, ma lui ha tutte le caratteristiche per fare bene

Daniela Colombo – Dopo la tv e Rcs, Cairo potrebbe buttarsi anche nel mondo della radio? “Cairo è sempre stato interessato alla radio. Non credo che in questo momento ci siano realtà che abbiano l’idea di cedere, ma dipende se è interessato ad avere una quota di partecipazione, di minoranza. E’ uno vero, in gamba. E penso che se dovesse portare a casa il risultato, acquisendo una radio, poi abbia tutte le caratteristiche per farla funzionare bene”. A rispondere è Mario Volanti, presidente ed editore di Radio Italia a margine della della conferenza stampa milanese di  presentazione della nuova edizione del ‘Radio Italia Live – Il concerto’, l’evento gratuito che  dal 2012 l’emittente organizza all’inizio dell’estate e che quest’anno in Piazza Duomo e che per  questa sesta edizione, in concomitanza con il suo 35esimo compleanno, si regala una seconda data a Palermo. Alla conduzione confermati Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu.

Nella foto, da sinistra: i conduttori Luca e Paolo, Marco Pontini, Mario Volanti, Giuseppe Sala, Filippo Del Corno e Gesualdo Vercio

“Sono contento di questo collegamento con Palermo”, ha commentato il sindaco di Milano Beppe Sala, intervenuto con l’assessore alla cultura Filippo Del Corno alla conferenza, alla quale ha assistito anche il primo cittadino del comune sicialiano, Leoluca Orlando, collegato in conference call. “Penso che questo evento rappresenti un ulteriore tassello alla necessaria collaborazione tra città diverse d’Italia”, ha ribadito Sala.

“Con i due live, a Milano (il 18 giugno) e a Palermo (il 30 giugno al Foro Italico) abbiamo idealmente voluto unire l’Italia”, ha detto Volanti. “Palermo è il capoluogo di regione più a sud dell’Italia e non è una città abituata ad avere grande manifestazioni di questo tipo che di solito si fanno a Roma o a Napoli. E la risposta che abbiamo avuto da quando è stata annunciata la seconda data – sia da parte degli artisti che della regione – è stata molto positiva”.

“Nelle due serate contiamo di portare in piazza 500mila persone”, ha aggiunto Marco Pontini, direttore generale marketing e commerciale di Radio Italia, ricordando i numeri dell’edizione 2016 (15milioni di interazioni uniche e 250mila persone radunate nelle due serate) e annunciando poi le altre novità che riguardano il nuovo appuntamento. “Oltre alla diretta live sui nostri mezzi (Radio Italia, Radio Italia Tv, radioitalia.it e l’app iRadioItalia) per la prima volta entrambe le serate saranno trasmesse in simul cast su Real Time e Nove, grazie alla partnership con Discovery Italia”. “Un evento come il nostro fatto in diretta ha un impatto e un pathos che con la trasmissione in differita vengono meno. Speriamo che questo abbia risvolti favorevoli anche in tv”, ha specificato, senza accennare previsioni numeriche.

“Radio Italia e Discovery sono in sintonia e si affiancano da diverso tempo”, ha aggiunto ancora Pontini ricordando le collaborazioni che riguardano i due gruppi e che coinvolgono altri programmi, come l’edizione italiana di ‘Bake Off’, e volti noti di Real Time come Enzo Miccio e Ernst Knam. “Abbiamo ricevuto manifestazioni di interesse da diverse emittenti, ma il passaggio a Discovery è stato automatico”. L’affinità tra le due parti è stata ribadita anche da Gesualdo Vercio, programming director di Real Time, che ha anticipato l’arrivo sulla rete dal 13 aprile di una striscia dedicata all’evento con l’attrice Serena Rossi e la speaker Manola Moslehi che racconteranno la musica intervistando i cantanti e i loro pubblico. Nelle due sere dei concerti, a loro sarà affidato il compito di raccontare le emozioni del live, con gli artisti nel backstage e col pubblico in piazza.

Ultima novità riguarda anche il logo del concerto e degli eventi live della radio, ridisegnato da Sergio Pappalettera, al quale è stato affidato il compito di curare gli aspetti visual dell’evento. Realizzata in collaborazione con Saturnino invece la nuova sigla.

“L’investimento previsto si aggira attorno a un milione e mezzo di euro”, ha raccontato ancora Pontini, specificando come l’obiettivo resta sempre quello di arrivare al break even. “Per noi questo è un investimento di posizionamento, oltre che di comunicazione: nessuna altra radio in Italia fa un evento paragonabile al nostro”.

Per pubblicizzare l’evento è stata pianificata una campagna cross mediale che coinvolgerà le due reti Discovery e viaggerà su diversi canali, dalla radio, alla stampa, passando per altre emittenti tv, senza dimenticare web e social

Nel cast delle due serate ci saranno cantanti “trasversali, che” – ha spiegato Volanti – “abbracciano più generazioni”, sempre accompagnati dall’orchestra Filarmonica Italiana, diretta dal maestro Bruno Santori. Alessandra Amoroso, Benji & Fede, Francesco Gabbani, Giorgia, J-Ax e Fedez, Fiorella Mannoia, Nek, Umberto Tozzi e Samuel, si esibiranno a Milano, con Andrea Bocelli, e Anastacia come ospite internazionale. A Palermo si esibiranno Alessio Bernabei, Emma, Lorenzo Fragola e Francesco Renga con Bob Sinclaire e J-Ax e Fedez, Gabbani, Nek e Samuel che replicheranno. Anche quest’anno spazio ai giovani con Radio Italia 3.0: Elodie e Lele si esibiranno in piazza Duomo, mentre Marianne Mirage e Sergio Sylvestre da Palermo.

Nella serata anche la solidarietà con il progetto ‘Cor’ del Gruppo Ospedaliero San Donato che sarà gold partner, con cui Radio Italia collabora da due anni

Partner tecnico: Trenord. Fornitore ufficiale: Bortolin Angelo Spumanti. Fornitore ufficiale: Ristorante Terraferma.