05 aprile 2017 | 15:40

Album in anteprima di due settimane per gli abbonati ‘premium’ di Spotify. Accordo raggiunto tra la piattaforma di musica in streaming e Universal

Spotify cambia. La piattaforma di musica in streaming ha stretto un nuovo accordo di licenza con Universal Music Group in base al quale gli utenti ‘premium’, della versione a pagamento, potranno ascoltare alcuni degli album della casa discografica con due settimane di anticipo rispetto agli utenti della versione gratuita. Dopo le indiscrezioni trapelate nei giorni scorsi, arriva dunque l’ufficialità con l’annuncio della compagnia svedese.

“Sappiamo che non tutti gli album di tutti gli artisti dovrebbero essere disponibili allo stesso modo”, ha spiegato il numero uno di Spotify, Daniel Ek. “A partire da oggi, gli artisti Universal possono scegliere se rendere disponibili i loro album agli utenti premium solo per due settimane, offrendo agli abbonati la possibilità preliminare di conoscere il loro lavoro completo, mentre i brani singoli saranno disponibili per tutta la platea di Spotify”.

L’accordo di licenza potrebbe aumentare l’appeal di Spotify in vista di uno sbarco in Borsa atteso per il 2018. Secondo quanto riportato dal sito The Verge in cambio dell’accordo Spotify avrebbe ottenuto uno sconto sulle royalty a UMG. A breve potrebbero arrivare annunci simili riguardanti altre due case discografiche, Warner Music e Sony Music.