06 aprile 2017 | 12:47

Sponsor in fuga da Fox News dopo la notizia del nuovo scandalo sessuale che coinvolge il presentatore Bill O’Reilly

Dopo l’addio di Roger Ailes, un nuovo caso di molestie sessuali colpisce coinvolge Fox News. Protagonista il popolare conduttore Bill O’Reilly, finito nel mirino dopo le rivelazioni sui patteggiamenti del conduttore con cinque donne che lo accusavano di averle molestate. La notizia degli accordi, stretti lontano dai riflettori nei mesi scorsi, avrebbe innescato una fuga della pubblicità dal suo programma ’The O’Reilly Factor’, tra i più seguiti delle rete di casa Murdoch.

Il boicottaggio rischia di fare male a Fox: la trasmissione, alla quale ha partecipato più volte anche il presidente degli Stati Uniti Trump – che ha difeso in prima persona il conduttore, vanta in media 4 milioni di telespettatori al giorno e ha generato 446 milioni di dollari di ricavi fra il 2014 e il 2016.

Bill O’Reilly (foto Olycom)

Fox News per il momento si è schiera con O’Reilly, che ha negato le accuse mosse nei suoi confronti, definendole ”senza merito”. Ma la fuga degli sponsor potrebbe spingere a cambiare idea.

La partita si giocherebbe tutta in casa Murdoch: Lachlan e James siedono nel consiglio di amministrazione di 21st Century ma il padre Rupert, secondo indiscrezioni, mantiene il controllo di Fox News dopo l’addio di Ailes. Sull’uscita di Ailes, i figli di Murdoch sono riusciti a imporsi, assicurando ”tolleranza zero” nei confronti delle molestie sessuali e promettendo una pulizia completa per migliorare l’ambiente di lavoro. Nel caso di O’Reilly non e’ ancora chiaro se i giovani Murdoch riusciranno a imporsi su Rupert, che vede Fox News come al sua creatura. Murdoch l’ha infatti fondata con Ailes, e sembra ritenere una ‘missione’ quella di continuare a gestirla.