06 aprile 2017 | 11:38

Oggi gli Stati generali della fotografia per promuovere l’arte degli scatti e delle immagini come patrimonio storico e strumento di comunicazione. Franceschini: vogliamo creare nuove opportunità

Nasce la Cabina di regia per la fotografia per tutelare, valorizzare e diffondere la fotografia in Italia come patrimonio storico e linguaggio contemporaneo, strumento di memoria, di espressione e comprensione del reale, utile all’inclusione e all’accrescimento di una sensibilità critica autonoma da parte dei cittadini.

 

Appuntamento questa mattina alle ore 10.00 all’Istituto Centrale per la Grafica (via Poli, n.54, Roma). Interverrà il Ministro dei beni e delle attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini.

“Gli Stati Generali della Fotografia sono un momento fondamentale per definire un piano di sviluppo dell’intervento pubblico”, ha detto Franceschini. “Vogliamo creare nuove opportunità per la fotografia italiana”

L’obiettivo principale degli Stati Generali della Fotografia, spiega una nota, è quello di far emergere gli ambiti di intervento prioritario, i temi di policy, gli spunti e le proposte per le linee guida che il Ministero adotterà nel settore fotografico.

Nel corso del primo appuntamento degli Stati generali della fotografia si confronteranno addetti ai lavori, fotografi, curatori, editori e direttori di musei e fondazioni nazionali e internazionali. Saranno, tra gli altri, presenti la fondazione Magnum, Contrasto, i fratelli Alinari, Fabrica, la Triennale di Milano, la Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea di Roma, il Maxxi, il Museo della fotografia contemporanea di Cinisello Balsamo, il festival di Fotografia di Roma, il MIA Photo Fair di Milano, il Noor di Amsterdam, Mack Books di Londra, Micamera di Milano, Mois de la Photo du Grand Paris, Fondation Luma di Arles, la Fondazione fotografia Modena, la Fondazione Prada, il Festival della Fotografia di Reggio Emilia.

Sul sito del ministero il Programma completo della Giornata