06 aprile 2017 | 13:14

Walt Disney l’azienda più reputata in Italia. Sul podio di Italy RepTrak 2017 di Reputation Institute anche Ferrero e Ferrari. Amazon vince il ‘Best for Millenials’. La multinazionale di Alba è prima italiana per reputazione al mondo

Walt Disney l’azienda più reputata in Italia (85,4), seguita da Ferrero (84,7) e Ferrari (84,2). Con Ferrero che è anche l’azienda italiana più reputata al mondo. Lo rivelano il Global RepTrak 100 e l’Italy RepTrak 2017 di Reputation Institute.

Daniel Frigo ad di Disney italia

Quattro italiane tra le prime venti aziende con la miglior reputazione in Italia, con Lavazza (sesta) e Giorgio Armani oltre a Ferrero e Ferrari. In crescita Amazon (quinta, che vince il ‘Best for Millenials’) e Lego (quarta).

Alessandro D’Este direttore generale Ferrero

Nel 2017 la reputazione delle aziende in Italia è cresciuta (+1,2 punti) rispetto all’indice dello scorso anno portando il valore medio al punteggio di 70,8 punti/100. Un valore che cresce per il terzo anno consecutivo.

“In un’epoca di grandi trasformazioni sociali gli Italiani reputano più importante “chi sei” rispetto a ciò che “vendi” “, ha dichiarato Stefano Cini, managing director di Reputation Institute. Il 6% della reputazione deriva dal giudizio dell’azienda che sta dietro il prodotto, solo il 34% dal giudizio del prodotto/servizio venduto/erogato. In particolare cresce l’importanza dei 3 elementi di Corporate Social Responsability: Governance – trasparenza ed eticità del modello di business -, Citizenship – impegno sociale – Workplace – qualità dell’ambiente di lavoro”.

Stefano Lai, direttore comunicazione Ferrari

Ecco la “top ten” di Italy RepTrak 2017 (100 è il massimo punteggio possibile, che corrisponde a una reputazione perfetta):

1. Walt Disney (85,4)
2. Ferrero (84,7)
3. Ferrari (84,2)
4. Lego (83,7)
5. Amazon (82,1)
6. Lavazza (81,6)
7. Levi Strauss (81,3)
8. Sony (80,7)
9. Bmw (80,6)
10. Nintendo (80,6)

Giacomo Trovato, director consumer electronics di Amazon per l’Italia

Gli italiani si confermano “esterofili”: al contrario di quello che accade nei principali Paesi europei – dove vengono premiate le aziende nazionali come Michelin in Francia, Philips in Olanda, Lego in Danimarca, Bosch in Germania, Swatch in Svizzera, Dyson in UK e Asturiana in Spagna – in Italia le aziende straniere godono di una reputazione più forte (72,8 punti) di quelle italiane (68,6) di cui solo quattro si piazzano tra le prime 20: Ferrero (84,7), Ferrari (84,2), Lavazza (81,6) e Giorgio Armani (80,5).

A Ferrero, seconda quest’anno per reputazione in Italia, è stato consegnato il premio come azienda italiana più reputata al mondo, un riconoscimento certificato dalla Global RepTrak 100 del marzo scorso dove l’azienda di Alba è risultata essere l’ambasciatrice della reputazione dell’Italia a livello globale.

Alessandro Detto di Reputation Institute Italia con Camillo Mazzola direttore marketing Lego

A Lego Group, invece, il “Best for Corporate Social Responsibility” premio destinato all’azienda che più di ogni altra si è fatta fa apprezzare dai consumatori il suo impatto sociale rispetto alla responsabilità verso l’ambiente e la società, la trasparenza e l’ambiente di lavoro.

Alessandro Detto di Reputation Institute Italia con Daniel Frigo ad di Disney italia