06 aprile 2017 | 16:55

Anche Twitter punta sui Paesi emergenti e lancia una versione ‘Lite’

Anche Twitter si fa leggero. Il sito di microblog ha annunciato l’arrivo di ‘Twitter Lite’, una versione del social che va incontro alle esigenze di chi, soprattutto nei Paesi emergenti, non ha a disposizione connessioni veloci a internet, pacchetti di traffico dati o smartphone performanti. Promette di risparmiare fino al 70% sul traffico dati, e di caricarsi il 30% più velocemente.

Jack Dorsey, co-fondatore e ceo di Twitter (foto Olycom)

Sviluppata con Google, l’app è progressiva, cioè un ibrido tra una normale app e una pagina o un sito web. Non richiede di avere un account sui negozi di applicazioni di Android (Google Play) e Apple (App Store). Inoltre, per consumare meno dati, consente di scegliere di non vedere foto e video automaticamente, ma di scaricare solo quelli che si selezionano. I contenuti scaricati possono essere visti anche in assenza di connessione a internet.

Twitter è solo l’ultima delle realtà online a dotarsi di una versione pensata per gli utenti dei Paesi emergenti. A fare da apripista era stato, due anni fa, Facebook Lite, seguito dalla chat Line e da diversi prodotti di Google. Ad essersi alleggeriti, di recente, sono stati anche Skype e YouTube.