07 aprile 2017 | 11:36

Davide Casaleggio per la prima volta in tv a Otto e Mezzo su La7: sarà molto raro rivedermi sul piccolo schermo. Non mi occupo di politica, ma di stretegie di rete. E ho progettato (gratis) il blog dei Cinque Stelle

“Sarà molto raro rivedermi in Tv”, ha assicurato Davide Casaleggio ospite di Lilli Gruber per la sua prima sul piccolo schermo alla trasmissione Otto E Mezzo su La7, in cui ha ricordato le partite di scacchi col padre (“a volte vincevamo entrambi”) e ha parlato del convegno di domani a Ivrea e di politica (“in politica non serve la tattica ma qualche ideale”).

Davide Casaleggio con Lilli Gruber e Gianluigi Nuzzi a Otto e Mezzo su La7

“Il capo politico del Movimento non sono io, è Grillo”, ha detto il figlio di Gianroberto Casaleggio, “il mio obiettivo non è sostituire mio padre ma aiutare il M5s”. “Io aiuto Beppe Grillo ma anche tutto il Movimento per il sistema di supporto, per le decisioni in rete, per le funzionalità di Rousseau. Su questo cerco di dare il mio apporto”, ha ribadito Casaleggio.

“Ad oggi – ha spiegato – è l’Associazione Rousseau che si occupa del M5s, la Casaleggio associati si occupa di strategie di rete ed ha donato al Movimento la piattaforma Rousseau che si occupa poi del blog 5 Stelle e di tutta la comunicazione”. Lui, invece, non si occupa di politica: “questo tema lo sto lasciando ad altri”.

“Ho aiutato e progettato la struttura del Movimento, del blog, dei meet up e delle liste civiche – prosegue Casaleggio – faccio questa attività in modo gratuito perchè considero sia un bel sogno da raggiungere”.

Quanto alla giornata di sabato, alla Olivetti di Ivrea, dove ha cominciato a lavorare suo padre, ha detto: “si sta costruendo un castello su una giornata che parlerà di futuro. Vogliamo alzare l’asticella e provare a pensare oltre l’immediato domani” e farlo in “questo difficile contesto italiano”.

Interpellato su “come selezioniamo la classe dirigente del Movimento“, Casaleggio ha precisato che “il tema esula da quanto volevo dire in questa occasione”. Anche se, ha aggiunto, “la classe dirigente del Movimento ha già ottenuto ottimi risultati, stiamo migliorando”.

“Il programma del lavoro verrà discusso a breve su Rousseau”, ha confidato Casaleggio, “dopo energia e esteri. Discuteremo le azioni da intraprendere”.

Su Renzi, infine: “Renzi ha perso un referendum su cui ha scommesso la sua vita politica. Il 60 per cento degli italiani gli ha detto di No ed è rimasto. Quindi mi sembra poco credibile. A me, invece, piacerebbe parlare con persone credibili”.

Davide Casaleggio a Otto e mezzo su La7