07 aprile 2017 | 12:51

La fonte più sicura di notizie per i bambini sono i loro genitori. E tutti desiderano sapere come stanno le cose. Ricerca Tips per il network kids di De Agostini Editore

Tutti i bambini vogliono sapere e l’immigrazione non li spaventa. Mentre l’argine più sicuro per loro contro le fake news sono i genitori. Lo rivela una ricerca sul ruolo della corretta informazione rivolta ai nativi digitali realizzata dall’Istituto di ricerche Tips per il network kids di De Agostini Editore - formato dai canali satellitari DeAKids e DeAJunior, presenti sulla piattaforma SKY, e dal canale DTT Super! - presentata oggi a Cartoons on the bay 2017.

Il 97% del target vuole sapere, spiega la ricerca, il 60% dei bambini afferma “voglio sapere perchè se capisco la situazione ho meno paura” e il 53% perché “cosi posso evitare il pericolo”.

Fenomeni come il terrorismo (il cui termine è conosciuto dal 97% dei bambini intervistati) o la guerra (conosciuto dal 99% dei casi) ma anche casi di cronaca nera e femminicidi, a cui non sanno dare una risposta ne’ una giustificazione, li inquietano e sentono il bisogno di essere informati.

Il Terremoto è conosciuto dal 100% dei bambini intervistati ed è percepito come un vero pericolo vicino a sé; il 65% di essi pensa sia un pericolo che li potrebbe riguardare da vicino e scatena paura e preoccupazione.

La guerra appare come un pericolo lontano, solo il 19% dei bambini intervistati pensa che la guerra non li riguardi da vicino mentre il terrorismo appare come un fenomeno incontrollabile che puo’ capitare in qualsiasi momento.

L’immigrazione spaventa solo il 4% dei bambini intervistati.

Per l’87% dei bambini la fonte più affidabile per apprendere le notizie sono i genitori, da cui apprendono le notizie il 72% dei bambini intervistati. Seguono la tv e la scuola 66%, il 28% dagli amici, il 41% dal WEB e di questi il 59% le cerca su Youtube.

Il 61% del campione sa che esistono le fake news ed è anche per questo che chiedono di conoscere gli avvenimenti e le notizie.

A Cartoons on the bay, inoltre, i canali tv del Gruppo De Agostini Editore presenteranno lo speciale ‘Ti racconto i terremoti’ con Giovanni Mucciaccia e la puntata speciale di ‘Freestyle – tutta un’altra stanza’ girata a Norcia per decorare alcune aule delle scuole ricostruite da Fondazione Francesca Rava.