10 aprile 2017 | 15:01

Analisi ascolti tv 9 aprile: Una soap tira l’altra e vince Canale5. Fazio bene senza politici, Iene al comando dopo le 24. La F1 ammoscia Giletti, Prodi meglio di Orlando dall’Annunziata

L’esperimento sembra riuscito e foriero di nuovi, interessanti sviluppi. Canale 5 potrebbe avere trovato un’altra buona arma tattica a bassissimo costo, perfetta da utilizzare in primavera e prima dell’estate. In una serata domenicale in cui Motomondiale e calcio disturbavano le generaliste, a vincere sono state le soap spagnole dell’ammiraglia del Biscione. Cosa è successo in prime time? Dopo il tradizionale picco di Luciana Littizzetto a ‘Che tempo che fa’ (alle 21.47 circa), a passare in vantaggio e dominare la scena è stata ‘Il Segreto’, che complessivamente ha ottenuto nella serata ben 3,454 milioni di spettatori e il 13,6%. Subito dopo, inoltre, ha fatto ancora meglio in termini di share e superato nettamente la concorrenza anche l’altra soap spagnola del pomeriggio, ‘Una Vita’, assestatasi con finale in crescendo a quota 2,681 milioni di spettatori e il 14,49%, convincendo quindi più o meno lo stesso pubblico che segue stabilmente questo prodotto in day time, collocato subito dopo ‘Beautiful’. L’idea che ora ‘Una Vita’ possa essere promosso in prime time non suona per nulla peregrina.

Sopra Fabio Fazio con Luciana Litizzetto; sotto un passaggio delle serie ‘Il Segreto’ a sinistra, a destra ‘Una vita

Chi ha corso bene contro Canale 5? E’ arrivato a distanza, stavolta, il prolungamento della trasmissione di Fabio Fazio (‘Che fuori tempo che fa’, a 2,571 milioni e 10,72%), che anche ieri non aveva politici come ospiti in access e che è comunque prevalso per ascolti e per share sulla replica di ‘Che Dio ci aiuti 3’ su Rai1 (2,282 milioni di spettatori e 10,26%) e su ‘Le Iene’ su Italia 1 (a 1,922 milioni e 10,21%). Più staccati sono arrivati i telefilm su Rai2 (‘Ncis’ a 1,825 milioni con il 7,09% e ‘Bull’ a 1,690 milioni con il 6,76%), mentre lontanissimi da tutti gli altri si sono collocati il film su Rete 4 (‘Spy Game’ a 615mila e 3%) e su La7 l’approfondimento di Luca Telese, ‘Bianco e nero’, in leggera ripresa a 301mila e 1,66%.

Telese è stato un po’ aiutato dall’abbondare della cronaca nera, con la storia in divenire del russo Vaclav – l’omicida di Budrio che ieri ha colpito ancora generando l’incredibile dispiegamento di forze delle polizie nella pianura padana – a tenere banco nella prima parte del programma. Lo ha trainato un po’ meglio di sette giorni prima, inoltre, Giovanni Minoli, che ieri ha presentato un menù molto più articolato di ‘Faccia a faccia’: ha iniziato ospitando l’intervista audio con Federica Angeli, giornalista di Repubblica alle prese con la mafia laziale; ha quindi proposto (in tema anche con l’esordio di Davide Casaleggio a ‘Otto e mezzo’ e il simposio dei Cinquestelle a Ivrea) materiale d’archivio con Gian Roberto Casaleggio. L’intervista lunga Minoli l’ha fatta alla ricercatrice ed ex parlamentare di Scelta Civica Ilaria Capua, costretta inopinatamente ad andare via dall’Italia, concedendosi quindi una citazione per Totò poeta, prima di lasciare a Pietrangelo Buttafuoco il compito di chiudere la trasmissione. Il tutto con un bilancio sempre insoddisfacente di 501mila spettatori e il 2,07%, ma in crescita rispetto a sette giorni prima. Minoli ha perso nettamente la partita contro Rete 4. Suo indiretto concorrente era ancora una volta Gianluigi Nuzzi con ‘Quarto Grado-La Domenica’, approfondimento breve di nera che stavolta era concentrato sulle novità legate alla vicenda di Yara Gambirasio (ha prodotto 880mila spettatori e il 3,67% di share).

Sopra Gianni Minoli durante il suo ‘Faccia a Faccia’ con Ilaria Capua; sotto ‘Quarto Grado’ con Nuzzi

Interessanti, infine, le dinamiche del primo pomeriggio. Su Rai 3, con Romano Prodi ospite di Lucia Annunziata, ‘InMezzora’ ha fatto un punto di share in più di quello ottenuto una settimana prima con Andrea Orlando. Penalizzato dalla replica del ‘Gp di Formula 1’ (al 3,445 milioni e il 22,32% su Rai1) ha finito per essere Massimo Giletti (‘L’Arena Speciale’ con tema l’assenteismo nel settore pubblico, ospiti Irene Tinagli, Massimo Giannini e Nunzia De Girolamo tra gli altri, ha fatto solo il 12,07%), mentre ha conseguito prestazioni sopra media Barbara D’Urso, con ‘Domenica Live prima parte’ al 19,36% e ‘Domenica Live seconda parte’ al 18,88%.

A sinistra Barbara D’Urso; a destra, dall’alto: Lucia Annunziata con Romano Prodi; Massimo Giletti con ‘L’arena’