10 aprile 2017 | 17:50

A maggio la prima edizione del Festival di Sky Arte. Occasione d’incontro tra cultura e televisione. Ecco iniziative in calendario e programma

A Napoli dal 5 al 7 maggio il primo Festival di Sky Arte. Tre giorni di incontri, mostre e performance live per celebrare tutte le forme d’arte, con un focus sul tema della rigenerazione. Tra gli ospiti: Manuel Agnelli, Mimmo Borrelli, Vinicio Capossela, Geppi Cucciari, Erri de Luca, Stefano di Battista, Cristina Donadio, Carlo Lucarelli, Nicky Nicolai, Mimmo Palladino, Francesco Piccolo, Oliviero Toscani e Benjamin Biolay.

Tema del Festival – organizzato in collaborazione con Sky Academy e con il Polo museale della Campania e con il patrocinio del Comune di Napoli e dell’Università degli Studi Federico II – è la rigenerazione. Il programma è disponibile sul sito www.festivalskyarte.com.

Roberto Pisoni, direttore di Sky Arte HD

Si parte, spiega una nota, dall’idea di rinascita propria della creatività e delle arti, cui Sky Arte ha dedicato attenzione fin dalla nascita. Il Festival è per Sky, e più in particolare per Sky Arte, punto di riferimento del rapporto tra cultura e televisione in Europa, ed è un’occasione per celebrare l’arte nelle sue innumerevoli rappresentazioni. Non solo attraverso lo schermo, ma anche attraverso una proposta culturale per coinvolgere il pubblico di ogni età. Per Napoli è una grande opportunità per mostrare al mondo il prezioso tessuto storico-artistico e culturale che la città sa offrire.

Il progetto si inserisce nella più ampia missione di Sky di partecipare anche all’evoluzione culturale della società ed essere un soggetto attivo che stimola, promuove e si fa punto di raccordo tra territori, città e realtà internazionale.

Quartier generale del Festival di Sky Arte sarà il Museo Pignatelli, uno dei più significativi esempi di architettura neoclassica della città. La villa monumentale, lungo la Riviera di Chiaia, ospiterà dibattiti, proiezioni di film e documentari, workshop e alcune delle attività di Sky Academy, rivolte ai bambini e ai ragazzi.

Le altre location coinvolte saranno il Museo Madre, che ospiterà l’evento inaugurale del Festival e il cinema serale all’aperto, le Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano, sede museale e culturale di Intesa Sanpaolo a Napoli, e il Rione Sanità. In particolare, grazie alla collaborazione con la Fondazione di Comunità San Gennaro, la Basilica di San Gennaro Extra Moenia e la Basilica di Santa Maria della Sanità ospiteranno pièce teatrali e il concerto di chiusura del festival di Vinicio Capossela.

Il Festival offrirà inoltre l‘opportunità di assistere gratuitamente alle proiezioni delle principali produzioni originali realizzate da Sky Arte in questi quattro anni e dei grandi film d‘arte prodotti da Sky.

Tra le altre iniziative, verrà eccezionalmente realizzata dal 4 al 7 maggio una puntata straordinaria di Muro, il programma sulla street art realizzato da Level33 per Sky Arte dedicato alla citta di Napoli e con protagonista un artista di fama internazionale, che in quei giorni realizzerà un’opera ad hoc.

Clicca qui per il programma completo del Festival di Sky Arte.