11 aprile 2017 | 15:11

Solidarietà al direttore del Tg1 da parte di Fnsi e Usigrai: inaccettabili le intimidazioni di due dipendenti dei gruppi parlamentari M5s

“Inaccettabile il tentativo di intimidazione di cui e’ stato vittima il direttore del Tg1, Mario Orfeo, da parte di due dipendenti dei gruppi parlamentari del Movimento 5 Stelle. Ancor più preoccupante è cercare di giustificare tale attività facendola passare per normale. Se questa è l’idea di libertà e di democrazia che guida l’azione dei 5 Stelle, c’è da essere seriamente preoccupati”. Lo affermano in una nota congiunta Fnsi e Usigrai riferendosi al ‘pedinamento’ operato nei confronti di Orfeo.

Il sindacato nazionale dei giornalisti e quello che rappresenta la categoria interna alla Rai aggiungono che “del resto, non c’era da attendersi nulla di diverso da chi aveva già tentato di riportare in auge le liste di proscrizione e auspicato processi di piazza per giornalisti. Non si tratta di invocare l’impunita’ per i giornalisti. Chi sbaglia va perseguito nelle sedi competenti, secondo le regole dello Stato di diritto, non certo con metodi degni delle peggiori dittature. Al direttore Mario Orfeo, la solidarietà di Fnsi e Usigrai, nella certezza che, per quanto incresciosi, certi episodi non intimidiranno nè lui nè la redazione del Tg1″.