14 aprile 2017 | 10:40

Siamo una banca, non entriamo in attività non coerenti con il nostro ruolo, dice il presidente del Cda di Intesa Sanpaolo, Gros-Pietro parlando del ‘Sole 24 Ore’

”Noi siamo una banca e non entriamo in nessuna attività che sia diversa da quelle che sono coerenti con la banca”. Lo ha dichiarato Gian Maria Gros-Pietro, presidente del consiglio di amministrazione di Intesa Sanpaolo, parlando della vicenda del ‘Sole 24 Ore’. ”La banca presta denaro alle attività imprenditoriali che sono sostenibili”, che hanno dei ”piani industriali che meritano” ha spiegato Gros-Pietro.

Gian Maria Gros-Pietro (foto Olycom)

”L’informazione è sacra, dunque non pensiamo che sia appropriato che una banca abbia un ruolo diverso da quello che è giusto per una banca, cioè eventualmente fare credito laddove c’è un’iniziativa industriale che è credibile e sostenibile”, ha ribadito Gros-Pietro, sottolineando che ”è importante che ci sia un’azione e lì c’è”. “E’ importante che ci sia un piano industriale sostenibile, e poi noi siamo disposti a fare la nostra parte”. A chi gli chiedeva se Intesa Sanpaolo fosse disposta a fare un passo extra, Gros-Pietro ha replicato: ”No, non e’ assolutamente nella nostra missione”.

”Abbiamo grande stima” del Sole 24 Ore, ”che ci sembra svolga una funzione importante per il paese” ha aggiunto ancora Gros-Pietro, precisando che la banca ha la funzione di prestare denaro. ”Quando noi dobbiamo concedere credito a un’iniziativa imprenditoriale ci sono gli uffici di credito che esaminano i piani e decidono se il credito puo’ essere dato. Se si tratta di un’investimento molto importante, oltre certi limiti, entra in gioco anche il cda”.