20 aprile 2017 | 16:01

I giganti del web agiscano contro i messaggi d’odio, chiede la presidente della Camera Laura Boldrini: si assumano le loro responsabilità

“I giganti del web sono contrari ad assumersi le loro responsabilità. Nonostante le sollecitazioni a rimuovere contenuti violenti, questo in molti casi non è avvenuto”. Così la presidente della Camera Laura Boldrini nel corso delle audizioni della Commissione Jo Cox di Maurizio Molinari, direttore della ‘Stampa’, di Luciano Fontana, direttore del ‘Corriere della Sera’, di Gina Nieri, consigliera di amministrazione di Mediaset, e di Fabrizio Carotti, direttore generale della Fieg.

Laura Boldrini (foto Olycom)

“In Italia – ha proseguito – siamo più esposti ai messaggi di odio sui social network, perché il controllo sui contenuti viene svolto da un ridotto gruppo di persone che è a Dublino. Così i messaggi violenti continuano a resistere indisturbati, nonostante le richieste di rimozione delle associazioni. Per non parlare poi delle pagine di stampo nazifascista che affollano facebook”.

Il 21 aprile alla Camera tavoli di confronto sul tema delle fake news. Tra i partecipanti, oltre ai ministeri, anche rappresentati di Facebook, Google e del mondo dei media