24 aprile 2017 | 15:43

Analisi ascolti tv 23 aprile: i maschi scelgono calcio e motori, le donne Fazio, le soap e Che Dio Ci aiuti. In nottata vincono Le Iene. Pochi per gli speciali di Rai2, La7, Rai1 e Canale 5 sulle presidenziali francesi

Una domenica diversa dalle altre, molto al ‘maschile’. Ma con la programmazione al femminile comunque a prevalere. Ad ottenere più ascolti è stata la soap di Canale 5, ‘Il Segreto’ (3,044 milioni con il 12,33%), davanti alla replica di ‘Che Dio ci aiuti 3’ (2,282 milioni e 10,26%), a ‘Che fuori tempo che fa’ (2,271 milioni di spettatori e il 9,66% su Rai3) e ‘Le Iene Show’ (a 1,850 milioni e 10% su Italia1).

Sopra Fabio Fazio; sotto una scena di ‘Che Dio ci aiuti 3′ e ‘Il Segreto’

In coda sono arrivati il film di Rete 4 (‘Don Camillo’ a 1,1 milioni e 4,46%) e gli speciali di Rai2 e La7 dedicati all’esito del primo turno delle elezioni presidenziali francesi. L’approfondimento del Tg2 ha riscosso 828mila spettatori e il 3,39%, quello del TgLa7, in onda dalle 19.30, ha conquistato 742mila spettatori e il 3,36%.

Fin qui la graduatoria ‘normale’. Ma a dovere assegnare a qualcuno la vittoria ‘morale’ della serata, bisognerebbe forse accreditarla alle cosiddette ‘Altre Tv’. I programmi diversi da quelli delle principali generaliste ha avuto ieri sera, per lunghi tratti, un seguito maggiore di quelli delle sette reti tradizionali. Il ‘miracolo’ l’hanno fatto soprattutto le trasmissioni sportive: il posticipo di Serie A sulle pay, ‘Juventus-Genoa’, ha conquistato complessivamente (Sky+Premium) ‘solo’ 1,5 milioni di spettatori ed il 6,3% di share. Ma nel computo del calcio va considerato anche il pubblico che ha seguito su Fox Sports ‘Real Madrid- Barcellona’, il cosiddetto ‘Clasico’, che ieri nonostante la concorrenza della partita dei bianconeri e quella del Motomondiale, ha comunque raccolto 520mila spettatori con il 2,1% di share.

Dall’alto: l’azione del 3 a 0 della Juventus nel match contro il Genova; l’esultanza di messi per il goal del 3 a 2 contro il Real Madrid; il podio della gara di Austin

I numeri più interessanti sono stati quelli del motociclismo, che proponeva la tappa americana della stagione di gare. La diretta live della ‘MotoGp’, in onda dalle 21.00 su Sky per 46 minuti circa ha conquistato oltre 1,1 milioni di spettatori con il 4,6% di share. Dalle 21.00 in poi, inoltre, su Tv8 la differita della ‘Moto3’ (741mila e 3%) e quella della ‘Moto2’ (894 mila ed il 4%) hanno preparato il botto finale della classe regina, che trasmessa in coda ha conquistato ben 1,372 milioni di spettatori ed il 15%.

Quasi elitario è stato quindi l’ascolto delle trasmissioni dedicate al confronto che ha indicato in Emmanuel Macron e Marine Le Pen i candidati che si giocheranno al ballottaggio la presidenza della repubblica francese. Se si considera il tempo in cui le trasmissioni di Rai 2 e La7 erano in onda in contemporanea, le distanze non sono state ampissime: lo speciale del Tg2 ha avuto 830mila spettatori con il 3,39% e quello del Tg La7 ne ha conservati 716mila con il 2,93%. Da registrare però che quello che per Rai2 è un bilancio molto sotto media, per La7 appare comunque un risultato buono, specie alla domenica.

Nella foto alcuni momenti delle trasmissioni dedicati da Rai1, Rai2, Canale5 e La7 alle elezioni francesi

La seconda rete ha presentato una trasmissione più articolata: la conduzione era affidata ad Andrea Vianello con i colleghi Luca Salerno ed Manuela Moreno, mentre tra gli ospiti c’erano Corrado Augias, Antonio Polito, Anne Treca, Antonio Noto, Lucio Malan, Andrea Romano, Lorenzo Vidino, Lorenzo Fontana e Nicola Fratoianni. I collegamenti con Parigi si alternavano con quelli con uno studiolo che ospitava i commenti dei protagonisti della nostra politica nazionale. La trasmissione è andato lo stesso male, anche se quando sono finite le partite ha ampiamente staccato la trasmissione rivale su La7.

Dall’altra parte della barricata Enrico Mentana si è schierato con Franco Bechis, Alessandra Sardoni, Peter Gomez, Mario Sechi, Maurizio Molinari, Marco Damilano, Paola Peduzzi e Aldo Cazzullo (in collegamento da Parigi) a comporre la formazione titolare. Il programma ha fatto spostare in avanti, alle 23.12, il ‘Faccia a Faccia’ di Giovanni Minoli con Raffaele Cantone, che ha riscosso 365mila spettatori ed il 2,44%.

Non hanno fatto sfracelli neanche gli speciali di seconda serata delle ammiraglie: lo ‘Speciale Tg1’ (in studio Alberto Matano con Alessandro Cassieri a Parigi, tra gli ospiti Lucio Caracciolo, Giorgia Meloni, Lia Quartapelle, Pierferdinando Casini, Eric Jozsef) ha ottenuto solo 645mila spettatori e 7,35%, ‘Matrix Speciale’, invece, ha totalizzato 514 mila spettatori e il 5,78% (nella formazione di Nicola Porro, con Dario Maltese in collegamento da Parigi, c’erano fra gli altri Massimo Giannini, Marcello Veneziani, Philippe Daverio, Alessandro Sallusti, Barbara Pontecorvo), molto distanziati dalla seconda parte de ‘Le Iene’, leader notturno indisturbato.