Muy confidencial

26 aprile 2017 | 18:01

Salvatore Ippolito è il nuovo amministratore delegato di Agi. Da maggio l’ex country manager di Twitter prende il posto di Pica che assumerà nuovi incarichi nell’agenzia

Salvatore Ippolito nuovo ad dell’Agi per sviluppare un nuovo modello digitale, una organizzazione giornalistica capace di realizzare una vasta gamma di nuovi prodotti digitali, eventi e analisi.

Salvatore Ippolito, ex country manager di Twitter, da maggio sarà il nuovo amministratore delegato di AGI prendendo il posto di Alessandro Pica, che prima come direttore generale e poi come ad, ha guidato la transizione dell’agenzia controllata dal gruppo Eni, ponendo le basi della riorganizzazione e mettendola in condizione di affrontare il nuovo cammino. Pica andrà ad assumere nuovi incarichi all’interno del gruppo Eni.

Salvatore Ippolito e Riccardo Luna

Salvatore Ippolito e Riccardo Luna

La nomina di Ippolito completa la trasformazione al vertice di AGI cominciata sei mesi fa con l’arrivo di Riccardo Luna, come direttore responsabile, affiancato da Marco Pratellesi, condirettore, due giornalisti con una forte identità digitale che hanno subito impresso un cambio di passo al lavoro dell’agenzia. Ippolito che ha una lunga esperienza manageriale e commerciale nel business digitale, con ruoli di responsabilità in Microsoft e Italiaonline, prima di approdare nel 2014 a Twitter come country manager per l’Italia dove ha fatto un ottimo lavoro prima che gli americani decidessero di chiudere le sedi decentrate, proseguirà il cammino finora intrapreso aiutando il processo di trasformazione dalla tradizionale agenzia di stampa verso un nuovo modello digitale di successo verso quella che è stata chiamata AGI 4.0: una organizzazione giornalistica capace di realizzare una vasta gamma di nuovi prodotti digitali, eventi e analisi. Il tutto basato sulla scelta di radicare il lavoro di agenzia soprattutto sulla verifica, il factchecking e la ricerca e diffusione di notizie garantite dall’autorevolezza e dall’esperienza della redazione AGI.
“La verità conta” è il payoff che accompagna da alcuni mesi il nuovo posizionamento della seconda maggiore agenzia giornalistica italiana. Una scelta che
è stata accompagnata da una serie di nuovi format di successo, come #100secondi e #vivalitalia e che ha già pagato in termini di visibilità e traffico sulla Rete. Negli ultimi sei mesi AGI è stata protagonista di 19.884 citazioni (di cui oltre 1.400 su carta stampata), rispetto alle 198 del periodo precedente. In Rete, le conversazioni che vedono protagoniste AGI e la sua direzione sono aumentate dell’80%, a quota 11,9 milioni. E i social di AGI in questi sei mesi hanno vissuto una crescita impetuosa, con una community complessiva che è cresciuta di ben il 653.

Alessandro Pica

Alessandro Pica

Proprio per segnalarsi come protagonista e centro di dibattito e di informazione sui temi del digitale Agi debutta venerdì 28 aprile con l’evento #Internetday ‘Uomini, robot e tasse: il dilemma digitale’, invitando al Maxxi di Roma importanti rappresentanti del mondo della politica, della ricerca e delle aziende del tecnologie. Gran maestro di cerimonie l’espertissimo Riccardo Luna. A Roma oltre a esserci il direttore generale della Fondazione Cotec, Claudio Roveda, e Giorgio De Rita, segretario generale del Censis, due referenti abituali di Luna, ci saranno due interessanti ‘discussant’: Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo Economico, e Davide Casaleggio, presidente della Casaleggio Associati ( una coppia che da sola farà il pienone). Poi segue il dibattito con un gruppo affollato di manager di spicco tra cui Pier Luigi Dal Pino, direttore centrale Microsoft Italia, Maximo Ibarra, ceo Wind Tre, Paola Bonomo, di Advisor e Business Angel, Massimo Mazzocchini, country manager Nokia Italia, e altri ancora. Elio Catania, presidente di Confindustria Digitale chiuderà i lavori.