Mercato

26 aprile 2017 | 17:34

Al via la maratona #STEMintheCity del Comune di Milano per sensibilizzare le ragazze all’importanza delle skill digitali

Educazione digitale, una maratona di tre giorni (dal 27 al 29 aprile) chiude la prima edizione di #STEMintheCity, iniziativa promossa dal Comune di Milano per diffondere tra ragazze l’importanza dello studio e della conoscenza delle materie tecnico-scientifiche e delle competenze digitali per costruire percorsi professionali in linea con le nuove esigenze del mercato del lavoro.

Più di 40 gli eventi realizzati nell’ambito dell’iniziativa grazie a 50 partner che hanno aderito all’iniziativa, spiega una nota. Circa 1200 tra bambine e ragazze, che con i loro compagni di scuola, insegnanti, educatori e genitori hanno partecipato a workshop, corsi di formazione e laboratori durante l’intero mese di aprile.

A presentare le attività di #STEMintheCity il vicesindaco Anna Scavuzzo, l’assessora alla Trasformazione digitale e Servizi Civici Roberta Cocco, l’assessora alle Politiche per il lavoro Cristina Tajani, insieme ai main partner dell’iniziativa, Intesa Sanpaolo, Lenovo e Vodafone.

Si comincia il 27 aprile con l’evento di apertura al Teatro alla Scala, “#STEMintheCity – Beyond the Limits!”, che vedrà la partecipazione del ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli e del sindaco Giuseppe Sala, con la conduzione della giornalista Rai Tiziana Ferrario e del giornalista e conduttore Roberto Rasia dal Polo.

Nel corso della mattinata relatrici di fama internazionale tra cui Caroline Petit, Vice Direttore UNRIC, Elisabetta Strickland, docente di algebra dell’Università Tor Vergata, Cecilia Strada, presidente di Emergency, Ilaria Ragona, pilota Eurofighter e capitano dell’Aeronautica Militare, Chiara Montanari, Capo spedizione in Antardite, e Maria Rita Gismondo, Direttrice dell’UOC Microbiologia Clinica, Virologia e Diagnosi delle Bioemergenze del Polo Universitario Azienda Ospedaliera Sacco di Milano.

Nel pomeriggio, l’iniziativa prosegue con uno spettacolo teatrale e, in contemporanea, sessioni parallele di speed-role modeling.

Il 28 aprile seminari, workshop, laboratori e role-modeling sessions dedicati a studenti di tutte le età presso la Fabbrica del Vapore e Spazio Base.

Gli spazi di Talent Garden ospiteranno uno speciale pink hackathon che vedrà le ragazze coinvolte nella creazione di un app per una città più smart.

In parallelo, la mattina, al teatro Arcimboldi è previsto uno spettacolo a tema per le classi delle scuole primarie e, nel corso della giornata, molti altri eventi organizzati dai partner di #STEMintheCity.

La tre giorni di #STEMintheCity si concluderà il 29 aprile nella Sala Alessi di Palazzo Marino con l’incontro “NETwork. Facciamo rete con le STEM”, con la partecipazione della sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi, la vicesindaco Anna Scavuzzo, l’assessora alla Trasformazione digitale e Servizi Civici Roberta Cocco, l’assessora al Lavoro Cristina Tajani e alcune figure di rilievo del mondo accademico e professionale per un confronto sul ruolo delle donne nel mondo del lavoro e sulle nuove sfide che le ragazze sono chiamate oggi ad affrontare per avere successo.

Tutto il programma delle giornate conclusive di #STEMintheCity è disponibile qui.

#STEMintheCity è stato realizzato anche grazie ai Main Partner Intesa Sanpaolo, Lenovo e Vodafone, ai Partner A2A, Allianz Worldwide Partners, CAP, Cisco, Fondazione Bracco, Ibm, Microsoft, Municipia, Ntt Data e SAP, con il sostegno di Airbnb, Bricks4Kids, Cariplo Factory, Fondazione Mondo Digitale, Fondazione Umberto Veronesi, Garoo!, H-Farm Education, Palestra della Scrittura, Reedoc.com, Talent Garden, TinkiDoo, Valore D, Wise Growth, Women & Tech, Womenomics. #STEMintheCity si avvale del patrocinio della Presidenza del Consiglio – Dipartimento per le Pari Opportunità, Ufficio scolastico regionale, Politecnico di Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università Commerciale Luigi Bocconi, Università degli Studi di Milano, Università degli studi di Milano Bicocca, in collaborazione con Fondazione Scuole civiche Milano e Human Diversity e le organizzazioni internazionali Nazioni Unite (ITU e UNRIC).