27 aprile 2017 | 11:32

Dalla nuova testata all’intervista disegnata. Da oggi in edicola nella sua nuova veste ’7′, il settimanale del ‘Corriere della Sera’, diretto da Beppe Severgnini

Debutta oggi in edicola nella sua nuova veste ’7′, sotto la direzione di Beppe Severgnini. Lo storico settimanale del ‘Corriere della Sera’, fondato nel 1987 da Paolo Pietroni, ritorna alla testata scritta in numero e all’uscita di giovedì. Tra inchieste – la prima a firma Stefania Chiale dedicata ai molestatori della Rete, nuove rubriche e interviste anche non convenzionali – come quella disegnata a Fiorello – l’obiettivo del magazine è quello di essere “complementare al ‘Corriere’, di cui fa orgogliosamente parte; non una ripetizione di quello che avete già letto”, come ha raccontato sulle pagine del quotidino lunedì 24 aprile lo stesso Severgnini.

“A tutti ho chiesto uno sforzo di fantasia”, ha scritto ancora Severgnini, citando tra le varie firme anche quelle di Lilli Gruber, Gian Antonio Stella e Giusi Fasano, ai quali, come già raccontato nei gironi scorsi a Primaonline.it, cureranno rispettivamente una rubrica esterna, una di calcio e una di musica rock.