27 aprile 2017 | 17:57

Campo Dall’Orto è già al lavoro sul piano di autoregolamentazione dei compensi chiesto ieri dal Cda. AdnKronos: il dg ha poco più di un mese per mettere a punto i parametri per i contratti artistici oltre i 240mila euro

Il Dg Rai, a quanto apprende l’Adnkronos, è già al lavoro sul piano di autoregolamentazione dei compensi chiesto ieri dal Cda di Viale Mazzini che, nel corso della riunione, ha deciso di sospendere fino al 2 giugno la delibera che applica anche agli artisti il tetto di 240mila euro annui.

Campo Dall’Orto ha, infatti, solo poco più di un mese per mettere a punto i nuovi criteri e parametri per tutti i contratti Rai che contengono prestazioni di natura artistica e che superano la soglia dei 240mila euro. E questo compito gli arriva proprio a ridosso dell’importante appuntamento con gli investitori pubblicitari che cade a fine giugno.

Insomma una partita difficile di non poco conto di cui, in Viale Mazzini, si sottolinea il pesante impatto industriale generale e quello più imminente, che riguarda i palinsesti autunnali da varare  subito e da presentare di qui a un mese. Lo stesso impatto che ha evidenziato ieri il consigliere Freccero in Vigilanza sollecitando poi a valutare la materia ‘compensi delle star’ attraverso il rapporto fra costi e benefici.