27 aprile 2017 | 19:12

Per un concreto sviluppo della radio digitale serve una copertura adeguata delle frequenze. Lo chiede Aeranti-Corallo per dare una svolta al Dab+

Nel corso del Convegno organizzato a Roma da Aeranti-Corallo lo scorso 7 febbraio, il Sottosegretario allo Sviluppo economico con delega alle Comunicazioni, on. Antonello Giacomelli, accogliendo la richiesta di Aeranti-Corallo, aveva annunciato la volontà di convocare un tavolo tecnico di confronto presso il Ministero dello Sviluppo Economico, finalizzato ad affrontare la problematica delle frequenze per le trasmissioni radiofoniche digitali dab+, al fine dell’avvio concreto della nuova tecnologia trasmissiva.

Marco Rossignoli

Marco Rossignoli

Al riguardo, il coordinatore Aeranti-Corallo, Marco Rossignoli ha affermato “Aeranti-Corallo ritiene necessario che vengano attribuite nuove risorse frequenziali al dab+. Infatti – ha proseguito Marco Rossignoli – dopo la suddivisione, da parte dell’Agcom, del territorio nazionale in 39 bacini d’utenza, sono state pianificate le frequenze solo per 16 bacini, mentre per gli altri 23 bacini devono essere ancora individuate le risorse frequenziali per l’avvio delle trasmissioni radiofoniche digitali.”
“Auspichiamo – ha concluso Rossignoli che venga trovata, al più presto, la soluzione alla problematica.”