28 aprile 2017 | 15:29

Analisi ascolti tv 27 aprile: Ammiraglie spompate, Emigratis e due film che non competevano sul target, così ‘Nemo’ e ‘Piazzapulita’ superano il 5% (pubblico simile). Pari notturno tra i candidati alla segreteria Pd ed il loro spin doctor. Calenda bene da Gruber

C’è spazio per i talk in prima serata? Con che regole d’ingaggio? Ebbene, quando le ammiraglie non fanno prestazioni sfolgoranti, non c’è il calcio a competere e la concorrenza è soltanto tra due prodotti di approfondimento, allora i programmi giornalistici riescono a superare la soglia, dignitosa, del 5% di share in prime time. Questo, per lo meno, suggerisce l’esito della serata tv di giovedì 27 aprile. La fiction di Rai1, ‘Tutto può succedere2’, ha fatto risultati contenuti (3,939 milioni e 16,95%) e su Canale 5 non ha brillato la prima tv del film ‘Adaline-L’eterna giovinezza’ (3,137 milioni e 14,16%). Con ‘Emigratis 2’ su Italia 1 (a 1,8 milioni e 7,43% la gita a Londra da Antonio Conte dei corregionali Pio e Amedeo) e il film di Rete 4 (‘Speed2-Senza limiti’ a 1,087 milioni e 4,88%) che non competevano certo sul target di ‘Nemo’ e ‘Piazzapulita’, ed il film della terza rete che sostituiva ‘Mi Manda Rai3’ capace di fare risultati minimi (‘Legend’ ha riscosso solo 870mila spettatori con il 3,68%), c’è stato finalmente un po’ più di spazio e di ossigeno per la trasmissione di Valentina Petrini ed Enrico Lucci da un lato e quella di Corrado Formigli dall’altro.


Il programma di Rai2 ha ottenuto 1,183 milioni di spettatori ed il 5,06%; quello de La7, molto più lungo, 995mila spettatori ed il 5,06% di share. Se si considera il periodo di trasmissione in sovrapposizione, ‘Nemo’ ha raccolto il 5,05%, con ‘Piazzapulita’ al 4,96% di share. Che tra le due proposte ci fosse un grado elevato di omogeneità e contiguità del pubblico, lo dicono i frequenti sorpassi e controsorpassi avvenuti nel corso della serata, ed il fatto che quando è finito il programma di Rai2, quello de La7 è molto cresciuto ed è arrivato a sfiorare l’8% di share.

L’analisi delle scalette e delle curve d’ascolto dice che è partito in testa ‘Nemo’, parlando degli effetti del cellulare sulla vitalità dello sperma, ma che poi – a cavallo delle 22.00 – è passato in vantaggio Formigli con Gianluigi Paragone, Jean Paul Fitoussi, Alessandro Sallusti, il ministro Maurizio Martina a parlare della vicenda Alitalia e dell’economia. ‘Nemo’ è tornato a prevalere con le testimonianze sulla Turchia e poi con la storia di Riccardo Cucchi, telecronista di ‘Tutto il calcio minuto per minuto’ in pensione, che finalmente è potuto andare al derby capitolino svelandosi laziale.

Formigli è ripassato al comando in alcuni momenti della lunghissima querelle sulle Ong che aiutano (troppo?) i gommoni degli immigrati (sparring Erri De Luca e il cinquestellino Riccardo Fraccaro). Subito dopo però ‘Nemo’ ha riguadagnato il vantaggio con il servizio di Enrico Lucci alle prese con la nuova vita di Lele Mora e, quindi, è andato bene a ‘Piazzapulita’ il servizio sugli ‘schiavi del made in Italy’, con Guido Brera, Ernesto Preatoni, ancora De Luca e Paragone a commentare la situazione di sfruttamento schiavistico della manodopera costituita dai nuovi immigrati, con la LiuJo chiamata in causa (che ha replicato al servizio).

Interessanti anche le dinamiche di seconda serata, con Matteo Renzi ospite di ‘Porta a Porta’ fino alle 24.30 e l’altro candidato alla segreteria del Pd, Andrea Orlando, presente al ‘Maurizio Costanzo Show’ (dove l’avvio della serata e l’abbandono del teatro del candidato sono stati leggermente più ritardati). ‘Porta a porta’, che dalle 24.30 in poi ha ospitato Milly Carlucci e quasi tutto il cast di ‘Ballando con le stelle’, ha ottenuto il 12,68% di share; il ‘Maurizio Costanzo Show’ (che dopo il passaggio di Orlando ha ovviamente virato nettamente sullo spettacolo) il 12,26% nella prima parte ed il 14,36% nella seconda.


Tra le 23.35 e le 24.30 Vespa ha fatto il 13,27% di share di media con un picco del 14,95%; tra le 23.52 e le 24.30, invece, Costanzo ha ottenuto con Orlando (e Belen Rodriguez, Iva Zanicchi, Simona Ventura, Enzo Iacchetti, Andrea Iannone e altri ancora) il 13,24% di share con un picco del 15%.
In linea con le serate precedenti sono stati i risultati in access. Su La7 ‘Otto e mezzo’ ha riscosso 1,433 milioni e il 5,77% con Beppe Severgnini, Paolo Mieli e soprattutto il ministro Carlo Calenda ospiti di Lilli Gruber; su Rete 4 ‘Dalla vostra parte’ (rapine in aumento il tema), ha conquistato 1,145 milioni e il 4,65%. Su Rai3, prima di ‘Un posto al sole’, ha fatto bene ‘Gazebo Social News’ (1,4 milioni e 6,13%).