Mercato

28 aprile 2017 | 17:54

Dal 2 al 7 maggio in programma alla Triennale di Milano la seconda edizione del ‘Festival dei diritti umani’. Incontri, mostre e proiezioni per riflettere sul tema della libertà d’espressione

‘Ogni parola ha conseguenze. Ogni silenzio anche’. Questo il titolo della seconda edizione del ‘Festiva dei diritti umani’ in programma dal 2 al 7 maggio alla Triennale di Milano. Organizzato da Reset-Diritti Umani, con il patrocinio della Presidenza della Camera dei deputati, del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, della Città Metropolitana di Milano, del Comune di Milano, dell’Ordine degli Avvocati di Milano e di Amnesty International, la manifestazione si propone di affrontare il tema quanto mai attuale della libertà di espressione, declinato in tutte le sue forme, dall’arte alla scrittura, non solo guardando all’attività giornalistica, ma tenendo presente anche le nuove questioni poste dal web e dai social network.

 

Nelle giornate (qui il programma completo) sono previsti incontri con gli studenti, organizzati con la collaborazione del CIDI (Centro di Iniziativa Democratica degli Insegnanti), proiezioni di documentari selezionati da Sole Luna Doc Film Festival, e una selezione di lungometraggi scelti da Vanessa Tonnini, programmer e direttrice artistica del Festival Rendez-Vous, dedicato al nuovo cinema francese. E, ancora, mostre, convegni, dibattiti e dialoghi con intellettuali e studiosi italiani e internazionali.