Matteo Del Fante nominato amministratore delegato e direttore generale di Poste Italiane

Il cda di Poste Italiane, riunito per la prima volta sotto la presidenza di Maria Bianca Farina, ha nominato  Matteo Del Fante amministratore delegato e direttore generale della società. Lo si legge in una nota, nella quale si segnala anche che il Consiglio ha inoltre approvato l’assetto dei poteri, riconoscendo al Presidente Farina sia il ruolo di supervisione sulle attività di audit, sia quello di gestione, d’intesa con l’Amministratore Delegato, dei rapporti con organi istituzionali e autorità.

All’a.d. sono stati attribuiti i poteri per l’amministrazione della Società, ad eccezione di quelli diversamente attribuiti dalla normativa applicabile, dallo statuto sociale o mantenuti dal Consiglio di Amministrazione nell’ambito delle proprie competenze.

Matteo Del Fante (foto Olycom)

Il Consiglio ha altresì verificato il possesso da parte dei Consiglieri Giovanni Azzone, Carlo Cerami, Antonella Guglielmetti, Francesca Isgrò, Mimi Kung, Roberto Rao e Roberto Rossi dei requisiti di indipendenza previsti tanto dal Testo Unico della Finanza quanto dal Codice di Autodisciplina delle società quotate.

Il Consiglio ha infine proceduto a ricostituire al suo interno i Comitati endo-consiliari – tutti composti interamente da amministratori indipendenti – come segue: il Comitato “Controllo e Rischi”, composto da Antonella Guglielmetti (con funzioni di presidente), Giovanni Azzone, Francesca Isgrò e Roberto Rossi; il Comitato “Nomine”, composto da Roberto Rao (con funzioni di presidente), Antonella Guglielmetti e Mimi Kung; il Comitato “Remunerazioni”, composto da Carlo Cerami (con funzioni di presidente), Giovanni Azzone e Roberto Rossi; il Comitato “Parti Correlate e Soggetti Collegati”, composto da Francesca Isgrò (con funzioni di presidente), Carlo Cerami, Mimi Kung e Roberto Rao.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Al forum di Wpp Italia e TEH Ambrosetti tutto sui Millennials, la generazione che sta cambiando la società e la pubblicità

Malagò ancora contro il Governo: con quattro righe è stato ucciso il Coni

Il Wall Street Journal vara una task force contro fake news e video artefatti