Nel primo trimestre 2017 +29% per gli utili di Alphabet. A spingere la crescita della holding che controlla Google la pubblicità su mobile

Paola Cavaglià – Alphabet, la holding che controlla Google, nel primo trimestre 2017 ha registrato una crescita degli utili del 29% a 5,4 miliardi di dollari. L’utile netto è salito a 5,43 miliardi in rialzo rispetto ai 4,21 miliardi di dollari di pari periodo 2016. A guidare tale crescita l’aumentata raccolta pubblicitaria su mobile, dove il “’mobile search’ viene enormemente spinto dal ‘mobile shopping’” e sul servizio di video sharing YouTube.

Nel primo trimestre conclusosi lo scorso 31 marzo i ricavi di Google derivanti dall’advertising hanno registrato un +18,8% sui primi tre mesi del 2016 per un totale di 21,41 miliardi di dollari: i ‘paid clicks’, quelli cioè che l’inserzionista paga solo se un utente ci clicca sopra, sono cresciuti del 44% contro una previsione di aumento del 29,7%.

Sundar Pichai

Sundar Pichai, ceo di Google (Foto: Olycom)

Stando alle previsioni di eMarketer, Google quest’anno controllerà il 61,6% del mercato mondiale pubblicitario contro il 60,6% dominato nel 2016.

Un’altra voce importante nel bilancio trimestrale è stata’Other Revenue’, – sotto cui rientrano gli smartphone Pixel, Play Store e il cloud business – , che ha segnato un +49% a 3,10 miliardi di dollari.

I ricavi di Alphabet sono così complessivamente aumentati del 22,2% a 24,75 miliardi di dollari rispetto ai 20,26 miliardi del primo trimestre 2016.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mediaset, Facebook condannata per violazione copyright e diffamazione. “Contenzioso cruciale, creato un precedente”

19 febbraio Beppe Fiorello stravince ma non fa il botto. Freccero ok col Collegio, non incide col Tg2 Post

Stefanelli alla direzione di ‘Sette’ che si riorganizza accorpando LiberiTutti. Severgnini punta sulla tv