Nel primo trimestre 2017 +29% per gli utili di Alphabet. A spingere la crescita della holding che controlla Google la pubblicità su mobile

Paola Cavaglià – Alphabet, la holding che controlla Google, nel primo trimestre 2017 ha registrato una crescita degli utili del 29% a 5,4 miliardi di dollari. L’utile netto è salito a 5,43 miliardi in rialzo rispetto ai 4,21 miliardi di dollari di pari periodo 2016. A guidare tale crescita l’aumentata raccolta pubblicitaria su mobile, dove il “’mobile search’ viene enormemente spinto dal ‘mobile shopping’” e sul servizio di video sharing YouTube.

Nel primo trimestre conclusosi lo scorso 31 marzo i ricavi di Google derivanti dall’advertising hanno registrato un +18,8% sui primi tre mesi del 2016 per un totale di 21,41 miliardi di dollari: i ‘paid clicks’, quelli cioè che l’inserzionista paga solo se un utente ci clicca sopra, sono cresciuti del 44% contro una previsione di aumento del 29,7%.

Sundar Pichai

Sundar Pichai, ceo di Google (Foto: Olycom)

Stando alle previsioni di eMarketer, Google quest’anno controllerà il 61,6% del mercato mondiale pubblicitario contro il 60,6% dominato nel 2016.

Un’altra voce importante nel bilancio trimestrale è stata’Other Revenue’, – sotto cui rientrano gli smartphone Pixel, Play Store e il cloud business – , che ha segnato un +49% a 3,10 miliardi di dollari.

I ricavi di Alphabet sono così complessivamente aumentati del 22,2% a 24,75 miliardi di dollari rispetto ai 20,26 miliardi del primo trimestre 2016.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Milan: Paolo Scaroni nominato presidente. Sarà anche amministratore delegato ad interim

Rai, lunedì la ratifica del nuovo Cda. A seguire ad e presidente designati dal Consiglio dei ministri

Agcom, osservatorio media 1° trimestre: quotidiani in calo (-8,2%); tv maluccio Rai e Mediaset, cresce La7; boom social di Instagram