Monsignor Dario Edoardo Viganò apre la prima riunione plenaria del Dicastero per la comunicazione della Santa Sede: una riforma che viene da lontano

La Segreteria per la Comunicazione, il nuovo dicastero vaticano voluto da Papa Francesco per ripensare l’intero sistema di comunicazione della Santa Sede, tiene da oggi a venerdì la prima riunione plenaria dei suoi membri (6 cardiali, 7 vescovi, 3 laici – di cui due donne – esperti di comunicazione) provenienti dai diversi continenti.

Monsignor Dario Edoardo Viganò

Tra gli altri sono presenti il Cardinale Chibly Langlois Vescovo di Les Cayes ad Haiti, il Cardinale John Njue Arcivescovo di Nairobi in Kenia, il Vescovo vietnamita Pierre Nguyen Van Kham, e l’italiano Marcello Semeraro Vescovo di Albano e Segretario della Commissione dei 9 cardinali che aiuta il Santo Padre nella riforma complessiva della Curia Romana.

Nell’introdurre i lavori il Prefetto della Segreteria per la Comunicazione Mons. Dario Edoardo Viganò ha ricordato che “questa della comunicazione è una riforma che parte da lontano, dal 1996, che ha avuto un decisivo impulso con il Giubileo del 2000 e che Papa Francesco sta portando a definitivo compimento”.

I temi in discussione sono:‎ la Riforma: da dove origina, come si andrà a sviluppare, a che punto siamo; la presentazione della struttura e delle attività della Segreteria; l’ascolto e il confronto sull’evoluzione della comunicazione della Santa Sede.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Fico: cambiare la legge sulla Rai e abolire la Vigilanza. M5s nei talk senza contraddittorio? Direttori liberi di decidere

Radiotv locali, Bitonci, sottosegretario all’economia: Dl Dignità per salvare 5mila posti di lavoro

Cda Rai: dipendenti oggi al voto per scegliere il quinto consigliere. Spoglio dalle 20,58 in streaming