Manager

05 maggio 2017 | 17:50

Nominati i vertici Tim. Giuseppe Recchi presidente esecutivo, Arnaud Roy de Puyfontaine vice presidente. Confermato l’ad Flavio Cattaneo

Il Consiglio di Amministrazione di TIM si è riunito oggi, per la prima volta dopo il rinnovo deliberato dall’Assemblea dei Soci, nominando a maggioranza Giuseppe Recchi Presidente Esecutivo, Arnaud Roy de Puyfontaine Vice Presidente e Flavio Cattaneo Amministratore Delegato della Società.

Arnaud Roy de Puyfontaine e Giuseppe Recchi

Arnaud Roy de Puyfontaine e Giuseppe Recchi

Al Presidente Esecutivo e all’Amministratore Delegato sono stati confermati responsabilità e poteri già in essere. Al Vice Presidente risultano attribuite le sole funzioni vicarie, come da Statuto, senza conferimento di deleghe.

Pertanto – come riposta una nota della telco – al Presidente Esecutivo risultano attribuiti, in sintesi, oltre ai poteri e alle responsabilità di legge e Statuto:

- l’identificazione delle linee guida dello sviluppo del Gruppo, d’intesa con l’Amministratore Delegato, e la supervisione dell’elaborazione e della realizzazione dei piani strategici, industriali e finanziari;

- la supervisione della definizione degli assetti organizzativi, dell’andamento economico e finanziario, del processo di definizione delle linee guida del sistema di controllo interno e gestione dei rischi;

- la responsabilità organizzativa di Legal Affairs, Institutional Communication, Public Affairs, Brand Strategy and Media e Corporate Shared Value, nonché il governo della Fondazione TIM; la supervisione in materia di security e sulla società TI Sparkle;

- la rappresentanza della Società e del Gruppo nei rapporti esterni con le autorità, le istituzioni e gli investitori.
All’Amministratore Delegato, oltre alla rappresentanza legale, come da Statuto, sono attribuiti, in sintesi:

- tutti i poteri necessari per compiere gli atti pertinenti all’attività sociale, ad eccezione dei poteri riservati al Consiglio di Amministrazione e di quelli delegati al Presidente Esecutivo;

- la responsabilità relativa al governo complessivo della Società e del Gruppo, e dunque la responsabilità di definire, proporre al Consiglio di Amministrazione e quindi attuare e sviluppare i piani strategici, industriali e finanziari, la responsabilità di definire gli assetti e tutte le responsabilità organizzative per garantire la gestione e lo sviluppo del business in Italia e Sud America.

 

Il Consiglio di Amministrazione ha proceduto altresì all’accertamento del possesso dei requisiti d’indipendenza dei Consiglieri Camilla Antonini, Franco Bernabè, Ferruccio Borsani, Lucia Calvosa, Francesca Cornelli, Dario Frigerio, Anna Jones, Félicité Herzog, Marella Moretti, Danilo Vivarelli.

Sono stati infine confermati quale Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili di TIM il Chief Financial Officer, Piergiorgio Peluso, e quale Segretario del Consiglio di Amministrazione il General Counsel, Agostino Nuzzolo.