05 maggio 2017 | 16:32

Sold out in poche ore gli appuntamenti napoletani del primo Festival di Sky Arte

Sky ha inaugura a Napoli il primo Festival di Sky Arte che animerà tutto il weekend. Tema del Festival, organizzato in collaborazione con il Polo museale della Campania e con il patrocinio del Comune di Napoli, della Regione Campania e dell’Università degli Studi Federico II, è La rigenerazione: si parte infatti dall’idea di rinascita propria della creatività e delle arti, cui Sky Arte ha dedicato grande attenzione fin dalla nascita.

Gli artisti protagonisti del Festival spaziano dal mondo del teatro e del cinema a quello della fotografia e dello spettacolo: attesi Manuel Agnelli, Mimmo Borrelli, Vinicio Capossela, Geppi Cucciari, Erri de Luca, Stefano di Battista, Cristina Donadio, Carlo Lucarelli, Nicky Nicolai, Mimmo Palladino, Francesco Piccolo, Oliviero Toscani, Roxy in the Box e Maurizio Capone.

Si tratta di un’occasione unica per assistere a incontri, mostre, proiezioni, concerti e anteprime e di partecipare alla creazione di opere d’arte che saranno lasciate in eredità alla città di Napoli, come quella di Roxy in the box e dell’artista internazionale M – City, protagonista di una puntata di Muro. Nei giorni che hanno preceduto il Festival si è respirato un grande fermento nei luoghi che ospitano la manifestazione, come il Quartiere Sanità, teatro della maggior parte degli eventi serali, e Piazza Montesanto dove Roxy in the Box è già al lavoro da giorni insieme ai ragazzi dell’Accademia delle belle arti per la sua opera di street art.

Il primo Festival di Sky Arte è stato accolto dal pubblico con entusiasmo e partecipazione: in poche ore è stato registrato il sold out per gli eventi a registrazione gratuita in programma con un numero limitato di posti, chiaro segnale di rigenerazione sociale e culturale della città, che riacquisisce lo storico ruolo di capitale dell’arte e crocevia di tante culture.

L’effervescenza culturale della città di Napoli sta risvegliando lo spirito dei suoi cittadini e non solo: l’affluenza record dei turisti è testimoniata dal tutto esaurito – fino all’98% – delle strutture alberghiere della città già dal weekend di Pasqua. Una tendenza destinata a crescere, sia in vista del Festival di Sky Arte che per le tante occasioni create dal Polo Museale di Napoli, dal Comune di Napoli, dalla Regione Campania e dell’Accademia Belle Arti.

Per Sky, e più in particolare per Sky Arte, punto di riferimento privilegiato del rapporto tra cultura e televisione in Europa, è un’occasione per celebrare l’arte non solo attraverso lo schermo, ma anche con una proposta culturale unica e multiforme sul territorio per coinvolgere il pubblico di ogni età. Si tratta di un progetto che si inserisce nella più ampia missione di Sky di dare un contributo all’evoluzione culturale della società, tra tradizione e innovazione, tra cultura locale e sguardo internazionale. Da qui nasce l’idea di uscire dagli schermi e organizzare il Festival in una città cosmopolita e multiculturale, esempio sempre dinamico ed originale della ricchezza artistica, storica e creativa di questo Paese.

Quartier generale del Festival di Sky Arte sarà il Museo Pignatelli, uno dei più significativi esempi di architettura neoclassica della città. La villa monumentale, lungo la Riviera di Chiaia, ospiterà dibattiti, proiezioni di film e documentari, workshop e alcune delle attività di Sky Academy, rivolte ai bambini e ai ragazzi.

Le altre location coinvolte saranno il Museo MADRE, che ospiterà l’evento inaugurale del Festival e il cinema serale all’aperto, le Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano, sede museale e culturale di Intesa Sanpaolo a Napoli, e il Rione Sanità. In particolare, grazie alla collaborazione con la Fondazione di Comunità San Gennaro, la Basilica di San Gennaro Extra Moenia e la Basilica di Santa Maria della Sanità ospiteranno pièce teatrali e il concerto di chiusura del Festival di Vinicio Capossela. A proposito del Rione Sanità, dopo oltre 10 anni di lavoro sul campo, è stata formalizzata la nascita della Fondazione di Comunità San Gennaro Onlus con l’obbiettivo di dare stabilità a quanto già realizzato sul territorio: promozione e sostegno a progetti innovativi, incoraggiando la cultura della responsabilità e della solidarietà e favorendo lo sviluppo delle infrastrutture sociali ed economiche.

Tra le altre iniziative del Festival, verrà realizzata dal 4 al 6 maggio una puntata straordinaria di Muro, il programma sulla street art realizzato da Level33 per Sky Arte dedicato a Napoli e con protagonista l‘ artista di fama internazionale M-City, che in quei giorni realizzerà un’opera ad hoc, che resterà alla città, sulla facciata dello spazio Damm nel parco sociale Ventaglieri.

Sky Academy partecipa al Festival con una pluralità di eventi molto diversi tra loro ma con il comune obiettivo di avvicinarsi al pubblico e al territorio attraverso progetti dedicati ai giovani. Sky Academy è nata nel novembre 2016 ed è infatti un insieme di iniziative che, attraverso il potere comunicativo della tv e dei suoi contenuti, si propone di promuovere l’innovazione, stimolare la creatività, lo spirito critico e il talento nelle nuove generazioni. In questa occasione regalerà alla città di Napoli un’opera di street art, musica, proiezioni, workshop che insegneranno ai giovani come confezionare un servizio giornalistico o come riciclare oggetti di plastica trasformandoli in strumenti musicali. Queste sono solo alcune delle attività di Sky Academy che vedranno il coinvolgimento diretto delle giovani generazioni nella realizzazione di interventi ad alto tasso di creatività.

Il Festival Sky Arte è realizzato in collaborazione con il Polo museale della Campania, con il patrocinio del Comune di Napoli, della Regione Campania e dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e sarà un evento organizzato per e con la Città che lo ospita. Sono partner istituzionali del progetto anche il Museo MADRE, l’Accademia di Belle Arti di Napoli e la Fondazione San Gennaro. Main Partner del Festival è Intesa Sanpaolo, Media Partner sono invece il quotidiano Il Mattino e Artribune.

Tutti gli eventi del Festival Sky Arte saranno gratuiti e aperti al pubblico su prenotazione fino ad esaurimento posti.